Consigliere comunali PD Milano chiedono STOP alle sedute notturne: “fatichiamo a occuparci della nostra famiglia”

Basta sedute notturne e a oltranza e orari più “concilianti” per gli impegni familiari delle donne in consiglio comunale: così come funziona oggi “le consigliere” fanno fatica a occuparsi della loro famiglia.

 

Lo chiedono le consigliere del Pd, Marilisa D’Amico e Marianna De Censi, che oggi hanno formalizzato la proposta nella commissione Affari istituzionali di Palazzo Marino.

 

A portare il problema all’attenzione dei colleghi è stata Marilisa D’Amico, madre di 3 figli oltre che presidente della commissione, alla quale oggi ha presentato una proposta di modifica del Regolamento di organizzazione e funzionamento del consiglio comunale.

 

Ciò che la consigliera ha chiesto è che nell’articolo che riguarda la programmazione dei lavori d’aula si specifichi che:

  • nel fissare sedute e orari si tenga conto delle “esigenze di conciliazione dei tempi” fra politica e famiglia;
  • che si preveda un termine di chiusura massimo delle sedute, per quelle che si protraggono alla sera o di notte.

 

Leggi anche:

Nuovo nome per piazzale Cadorna Milano, proposta di Sel di intitolare la piazza a Vittorio Arrigoni

Abbonamenti Atm ai clandestini Milano, proposta di Sel ma nulla di fatto

Riduzione costi assessorati Milano, è polemica: il Comune parla del -7,86% complessivo, ma l’opposizione calcola l’aumento del 23% del danaro che ogni assessore della nuova Giunta disporrà per allestire la propria segreteria, passando da 70mila e 86mila euro per assessorato, ecco calcoli e dettagli

Vice sindaco di Milano a festa del Ramadan alla moschea di via Padova, indossa il velo e dice che la sua visita è segno del cambiamento d’aria di Milano; commenti


di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here