Malore Antonio Cassano, ricoverato al Policlinico di Milano

Le condizioni di Antonio Cassano mettono in subbuglio l’ambiente milanista; il barese recatosi al Policlino di Milano per una serie di accertamenti, è stato trasferito poco fa al reparto di neurologia del Pronto Soccorso: il timore è l’ischemia.


LA CRONACA DELL’ACCADUTO – Antonio Cassano, nel match di ieri sera contro la Roma, ha disputato gli ultimi venti minuti mostrandosi in pieno stato di forma.


  • Il giornalista Carlo Pellegatti ha riferito che sul volo di ritorno da Roma, il barese non ha avuto difficoltà a scherzare e scambiare qualche battuta con i propri compagni di squadra.
  • Tuttavia, una volta atterrati a Malpensa, al momento di prendere l’autobus, Antonio Cassano si è sentito male: mancamenti, difficoltà di movimento e di perdita della parola i sintomi riscontrati da subito.
  • Dopo una prima serie di accertamenti, nella nottata, all’ospedale di Busto Arsizio “Fantantonio” ha fatto ritorno nella propria abitazione.
  • Il persistente stato di malessere ha però convinto lui e la moglie, nella mattinata odierna, a recarsi al Policlino di via Francesco Sforza per un ulteriore approfondimento.


IL COMUNICATO DELL’A.C. MILAN – Nel pomeriggio la notizia del ricovero di Antonio Cassano è stata ufficializzata dal sito dell’A.C. Milan con il seguente comunicato:

  • “A.C. Milan comunica che il calciatore Antonio Cassano, ieri sera, all’arrivo del volo da Roma, all’aeroporto della Malpensa, ha avuto un malessere. Il giocatore è ricoverato presso il Policlinico di Milano, per accertamenti”.
  • Intercettato fuori dal Policlino di Milano, il medico sociale Tavana si è così espresso: “Il ragazzo non sta bene e stiamo indagando”.


POTREBBE ESSERE ISCHEMIA – Inizialmente si era sparsa una voce che gli esiti dei numerosi accertamenti svolti sull’attaccante milanista avessero dato esito negativo, tuttavia le ultime notizie che provengono dal Policlinico di Milano non sono positive.

  • Utilizzando tutti i condizionali del caso, Cassano potrebbe aver accusato un’ischemia; non ci sono notizie circa la zona colpita ed il fatto che sia temporanea o meno.
  • “In medicina, l’ischemia è una mancanza assoluta o parziale di sangue in un organo (per parziale si intende una differenza tra fornitura di sangue e la richiesta di sangue necessaria per la corretta ossigenazione del tessuto) causata da un problema fisiologico o meccanico, del sistema cardiocircolatorio”. [fonte: www.wikipedia.it]


SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI – Al momento non sono state rilasciate notizie ufficiali, tuttavia CronacaMilano continuerà a seguire gli sviluppi di questa umanamente difficile vicenda.


AGGIORNAMENTO del 30 ottobre 2011 ore 21,45: Qualche minuto dopo le 21, al Policlinico di Milano è arrivata anche la moglie di Antonio Cassano, la pallanuotista Carolina Marcialis.

  • Il calciatore barese, secondo le ultime notizie, rimarrà sotto osservazione almeno per le prossime 48 ore. Anche il dottor Tavana trascorrerà la notte in ospedale per monitorare da vicino gli sviluppi della situazione.
  • Alle 19 di oggi il procuratore di “Fantantonio” si è espresso positivamente sulle condizioni del proprio assistito: “Antonio ha ripreso tutte le sue normali funzionalità. Adesso parla regolarmente non ha più problemi, né di vista né di equilibrio”.


AGGIORNAMENTO del 30 ottobre 2011 ore 22.10 – In questi minuti Antonio Cassano sta ultimando gli esami neurologici al Policlinico di Milano. Verrà mantenuto sotto osservazione anche nelle giornate di lunedì e martedì.

  • Le ultime notizie parlano di afasia: “Alterazione del linguaggio dovuta a lesioni alle aree del cervello deputate alla sua elaborazione”. [fonte: www.wikipedia.it]


AGGIORNAMENTO del 31 ottobre 2011 ore 8.00

  • Ancora nessua notizia certa trapela dallo staff di medici del policlinico che sta indagando sul malore di Antonio Cassano.
  • Lo staff medico del Milan, come la società, mantiene il più stretto riserbo sulla vicenda, al fine di non alimentare voci che porterebbo creare confusione.
  • Cassano al momento è vigile e sta migliorando; i controlli proserguiranno per tutta la giornata per consentire ai medici di vagliare tutte le ipotesi.


AGGIORNAMENTO del 31 ottobre 2011 ore 9.45 – Antonio Cassano, ancora ricoverato al reparto di neurologia del Policlinico di Milano, ha sostenuto ieri la risonanza magnetica, l’ecografia all’esofago e si è sottoposto a tutte le verifiche vascolari e cardiache del caso.

  • Gli esami non hanno chiarito ancora l’origine del malessere.
  • In giornata dovrebbe essere diramato un bollettino ufficiale da parte dello staff medico e della società A.C. Milan dove verrà fatta adeguata chiarezza sulla situazione del giocatore.
  • In una situazione così delicata, inutile parlare di tempi di recupero. L’augurio è che possa risolvere al più presto il problema più impellente: la salute.


AGGIORNAMENTO del 31 ottobre 2011, ore 13,45 – All’aeroporto di Malpensa per la partenza della squadra in direzione Minsk, Adriano Galliani ha voluto rassicurare i tifosi rossoneri sul malessere che ha colpito Cassano: “E’ sereno, l’ho sentito cinque minuti fa. Cassano è forte e si riprenderà sicuramente”.

  • La società rossonera diramerà un comunicato ufficiale solamente al termine degli esami; il calciatore è affiancato al Dr. Mazzone, mentre il Dr. Tavana è partito con la squadra in trasferta contro il Bate Borisov.
  • Secondo le notizie in nostro possesso, Fantantonio verrà dimesso tra la serata di mercoledì e la mattinata di giovedì.
  • Anche Allegri è intervenuto sulla vicenda, commentando così l’accaduto: “In questo momento i medici stanno compiendo gli accertamenti e lui sta meglio. Non ho sentito Cassano, ma domenica ci siamo inviati dei messaggi. Lui risponde, certo che tutta la squadra è sotto shock e molto dispiaciuta per ciò che è accaduto”.

 

AGGIORNAMENTO del 31 ottobre 2011 ore 18,00 – Nel primo pomeriggio sono arrivate le dichiarazioni di Pierluigi Padro, biografo di Antonio Cassano: “Antonio in questo momento dorme ma sta bene, cammina, parla, è vigile: vorrei sentire un medico ma mi sembra che sia tutto ok, mi sembra una cosa buona”.

  • Poco dopo, alle 15.45, sono arrivate anche le parole del procuratore del calciatore, Beppe Bozzo: “L’ho sentito al telefono e Antonio sembrava il solito, al momento è come se non fosse successo nulla. Antonio deve proseguire con gli accertamenti, penso che fra due o tre ore al massimo avrà finito gli esami clinici.
  • Ad ora non è arrivato ancora nessun comunicato ufficiale, si attendono notizie più certe nella serata odierna o, al più, nella giornata di domani.


AGGIORNAMENTO del 31 ottobre 2011 ore 19,45: Nonostante la società rossonera non abbia ancora dato conferma ufficiale, trapela una diagnosi che identificherebbe il malore subìto da Antonio Cassano. Si tratterebbe di un ictus ischemico.


AGGIORNAMENTO del 1 novembre 2011 ore 17,14: Per l’ulteriore approfondimento  dell’accaduto, gli interventi e le ipotesi dei medici, CLICCA QUI


AGGIORNAMENTO del 1 novembre 2011 ore 18.15 – Prima dell’inizio della gara contro il Bate Borisov, anche Adriano Galliani si è soffermato sul malessere che ha colpito Cassano:

  • “Sta bene, domani verrà diramato un comunicato congiunto con il medico del Policlinico che farà chiarezza su tutto, un po’ di pazienza a tutti. Quello che mi preme dire ai tanti tifosi è che Cassano sta bene e le cose evolvono per il meglio”.
  • Dalle parole dell’ad rossonero si intravede un segnale di speranza: la diagnosi non ufficiale che vedeva il barese colpito da un ictus ischemico potrebbe non essere confermata dagli accertamenti clinici.
  • A seguito del comunicato ufficiale verrà definita la data nella quale verrà dimesso l’attaccante del Diavolo, cosa che verosimilmente accadrà giovedì 3 novembre.


AGGIORNAMENTO del 1 novembre 2011 ore 21.00: Al termine della partita pareggiata contro il Bate Borisov, Adriano Galliani ha rilasciato nuove dichiarazioni in merito alla situazione di Antonio Cassano.

  • “Ho sentito Antonio prima di venire allo stadio. Aspettiamo, non voglio fare il medico. Domani sapremo di più. Oggi c’è più ottimismo di ieri”.
  • Sul malessere del barese è intervenuto anche capitan Ambrosini che ha così commentato: “Attendiamo anche noi domani per il comunicato congiunto del Policlinico e della Società. Non vediamo l’ora di poterlo riabbracciare, Antonio è un bravissimo ragazzo che è entrato nel cuore di tutti noi”.


AGGIORNAMENTO del 2 novembre ore 13.45 – Come anticipato ieri da Galliani, è arrivato il comunicato ufficiale dell’A.C. Milan e del Policlinico di Milano circa le condizioni di salute di Antonio Cassano.

  • “AC Milan, in base ai rapporti medici del Policlinico di Milano, comunica che Antonio Cassano ha manifestato una sofferenza cerebrale su base ischemica. Gli esami strumentali e neuroradiologici hanno richiesto 72 ore per il loro svolgimento ed hanno evidenziato la sofferenza di un’area cerebrale circoscritta che non ha determinato deficit neurologici persistenti. La causa è stata identificata nella presenza di un forame ovale pervio cardiaco interatriale, evidenziabile solo con sofisticati esami specialistici. La tempestività della terapia instaurata ha permesso un rapido recupero e miglioramento delle condizioni cliniche che sono buone.
  • Il calciatore verrà sottoposto nei prossimi giorni a un piccolo intervento di cardiologia interventistica (chiusura del forame ovale), i tempi di recupero per il ritorno all’attività agonistica saranno meglio definiti dopo l’intervento, ma verosimilmente saranno di qualche mese”.
  • Confermata la sommaria ed ufficiosa diagnosi di ischemia uscita nella serata di domenica e confermata la certezza del ritorno all’attività agonistica del barese. Dopo l’operazione saranno definiti al meglio i tempi di recupero


AGGIORNAMENTO del 2 novembre ore 17.45 – Al rientro dalla trasferta bielorussa, Adriano Galliani, Massimiliano Allegri e Barbara Berlusconi hanno fatto visita al campione barese che si trova ancora ricoverato al reparto di neurologia del Policlinico di Milano. Emergono nuovi particolari sulla data dell’operazione, prevista per domani o al massimo venerdì, e sui tempi di recupero: Cassano potrebbe farcela in 3 mesi.

  • Galliani, ai giornalisti di Sky Sports, ha dichiarato: “Questo forame andrà chiuso chirurgicamente nei prossimi giorni, è unun piccolo intervento, non può neanche essere definita un’operazione al cuore. Poi dovranno passare ‘n”’mesi per riavere l’idoneità sportiva dalla FIGC. Idoneità che il giocatore riavrà sicuramente. Potrebbe tornare anche prima di questo periodo, ma la prassi è obbligatoria, ci sono standard internazionali da rispettare. La tempistica? Saranno 4/5/6 mesi… Ma spetterà ai medici chiarirle e stabilirle. Come sta il giocatore? Sta bene, ride, scherza. Vuole tornare a giocare, gli ho assicurato che gli terremo il posto. Gli ho detto che nella disgrazia gli è andata bene. Era dispiaciuto per il pareggio di ieri della squadra a Minsk, anche perché diceva che abbiamo stradominato”.
  • Nel frattempo emergono particolari sulla data dell’operazione: verrà eseguita domani o, al più, venerdì per scongiurare l’ipotesi ed il pericolo che si possa ripetere la patologia.
  • Bruno Carù, importante cardiologo che già aveva curato il cuore di Kanu, spiega l’intervento che subirà Cassano: “Una piccola sonda viene introdotta per tappare il foro creatosi grazie ad una sorta di ombrellino. Una volta che la sonda attraversa il foro, l’ombrellino si apre coprendo il piccolo buco. L’intervento potrà durare al massimo 20 minuti. Una volta terminata l’operazione, il soggetto recupera capacità di vita abituale il giorno dopo. Ci sono delle regole che suggeriscono di aspettare alcuni mesi per l’attività agonistica. Se le cose vanno bene il tempo di recupero può essere ridotto a 3 mesi. I sei mesi di recupero, di cui si parla Galliani sono una precauzione, giusta da tenere, ma solo una precauzione”.


PER CONTINUARE A LEGGERE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI


Matteo Torti



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here