Assemblea per Isola Navigli Milano 15 novembre 2011 via Corsico, residenti disperati

I residenti della zona Navigli non ne possono più.

 

Il problema, ancora una volta, è la convivenza tra gli abitanti del quartiere, e i tanti locali con relativi avventori al seguito. Tale fattispecie, infatti, comporta inevitabilmente una qualità di vita difficile per i residenti che, esasperati dal vedere costantemente ignorate le proprie necessità, si riuniranno stasera in assemblea in via Corsico 6.


Peraltro, se già i rapporti di civile convivenza erano estremamente difficoltosi in puntuale concomitanza con l’allestimento dell’isola estiva, la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la repentina decisione di Palazzo Marino di avviare anche la “sperimentazione” dell’isola invernale, varata lo scorso ottobre e attiva fino al 29 febbraio 2012.

 

In merito, nonostante le subitanee e rinvigorite proteste dei residenti, l’Assessore alla Sicurezza di Milano, Marco Granelli, aveva replicato: «Daremo ai residenti il massimo ascolto, ma alla fine di ottobre vorremmo partire con l’isola». E così è stato. Nel dettaglio, come proposto dell’assessore al Commercio Franco D’Alfonso:

  • L’isola è iniziata a ottobre 2011 e terminerà il 29 febbraio 2012;
  • riguarda i tratti dell’Alzaia Naviglio Grande, via Corsico, Ripa di porta Ticinese, Alzaia Naviglio Pavese, via Magolfa e via Gola, ed è limitata al fine settimana: dalle 18 del venerdì alla mezzanotte della domenica.
  • La circolazione è bloccata anche durante i giorni festivi, come l’1 novembre, Sant’Ambrogio e Santo Stefano, dalla 18 alle 24.

 

Il risultato, è che i residenti si dichiarano “ostaggi” del proprio quartiere, denunciando continui schiamazzi che si protraggono anche fino all’alba, degrado, sporcizia, atti di vandalismo, spaccio, completa mancanza di quiete addirittura nei giorni festivi, come del resto voluto l’ordinanza, di per sé destinati al riposo e alla serenità.

 

«La decisione, che grava in modo determinante sulla nostra vita – ha spiegato la rappresentante del Comitato Abitanti dei Navigli, Gabriella Valassina – è stata presa ascoltando solo i gestori dei locali. E’ mancata la democrazia partecipata, alla quale ha sempre dato particolare risalto l’attuale Amministrazione in campagna elettorale».

 

Per tale motivo, gli abitanti di zona si riuniranno stasera alle 20.30 presso l’oratorio di via Corsico 6.

 

Tra le loro priorità vi è lo scongiurare che l’isola diventi permanente, cosa che si potrebbe presupporre dato l’entusiasmo dell’assessore D’Alfonso per i risultati del bilancio relativo all’estate 2011: secondo l’assessore soltanto due fatti di “ordine pubblico”, secondo gli abitanti invece rave non autorizzati protratti per tutta la notte, aggressioni, spaccio e “tutto quanto di cui non si sente affatto il bisogno sotto casa”.

 

Leggi anche:

Rave party Milano Colonne San Lorenzo, al “party del buco” circa mille giovani a ballare fino all’alba gridando slogan di ringraziamento tra i quali “Con Pisapia è anarchia”

Scontro zona Ticinese Milano tra Polizia – centri sociali: bottigliate agli agenti e marcia verso le Colonne di San Lorenzo dove erano in sopralluogo 2 assessori comunali e il coordinatore dei Comitati per Pisapia; tra gli slogan anche “Pisapia pezzo di XXX”

Lite Navigli Milano, ragazzo in coma per apprezzamenti a una ragazza, è stato colpito al collo con una bottiglia

Arresto spacciatori via Pichi Milano zona Navigli, sorpresi dalla Polizia locale 3 egiziani che vendevano cocaina

Ladro si tuffa nel Naviglio di Milano per sfuggire alla Polizia, sorpreso mentre cerca di rubare una Smart

Arresto spacciatore Naviglio Pavese Milano, inseguito ha cercato di gettare via lo zaino pieno di droga


Di Redazione

3 COMMENTI

  1. Il futuro dei Navigli è divenire il Polo Turistico e del Tempo Libero di Qualità di Milano e della Lombardia tutta. L’Isola Pedonale Permanente è la chiave per permettere di risolvere le attuali tensioni sociali tra residenti, commercianti e popolo della notte.

    Essa, però, rappresenta solo un “CONTENITORE”: fondamentale sarà la capacità di riempire l’Isola Pedonale Permanente di CONTENUTI, rendendola attraente per i turisti e per i cittadini.

    Al di là dell’attività dei locali serali, occorre che sia studiato un vero e proprio Cartellone Culturale Annuale dei Navigli, che contenga una serie di iniziative atte a promuovere i Navigli quale luogo del tempo libero tout court, in cui gli avventori possano trovare un’offerta completa, che spazi dall’approfondimento culturale al divertimento.

    Cordialmente,

    Luciano Bartoli

    Associazione Navigli Live- Viverei Navigli Club

  2. L’associazione “Vivere i Navigli Club” dovrebbe, visto il nome, non trascurare il punto di vista di chi vive sui Navigli. Ben vengano gli eventi culturali ecc. ma non e’ tollerabile sentire schiamazzi fino a oltre le 2 di notte. Irrita non poco anche l’atteggiamento della polizia locale che resta a presidiare l’accesso all’isola pedonale ma poi fugge all’orario di chiusura lasciano libero spazio alle urla di avventori alticci che impediscono il riposo a chi sui Navigli vive veramente. Per non parlare della latitanza quando si tratta di rimuovere (o almeno sanzionare) i veicoli non autorizzati in sosta negli spazi riservati ai residenti.
    Il “Polo turistico del tempo libero di qualita’ e tutte quelle altre belle espressioni sono tollerabili solo a condizione che 1) sia garantito il diritto al riposo dopo un certo orario e 2) siano presidiati i parcheggi per residenti dall’invasione dei veicoli non autorizzati.
    Non troppo cordialmente
    Vincenzo Caglioti, Naviglio Grande

    • Gentile Vincenzo Caglioti,
      siamo pienamente d’accordo con Lei! Il rispetto delle regole è irrinunciabile, tanto irrinunciabile che tutto ciò di cui ci occupiamo lo da’ come presupposto fondamentale ad ogni altro genere di attività. Non possiamo certo occuparci noi di dire alle pubbliche autorità come devono fare il loro lavoro…

      Peccato solo che, per Lei, le “belle espressioni” siano solo “tollerabili”: del resto, c’è una sostanziale differenza di orizzonti tra “Vivere i Navigli” e “Vivere sui Navigli”. Perché non è detto che chi viva sui Navigli sia anche disposto ed interessato a viverli.

      Cordialissimamente

      Luciano Bartoli
      Associazione Navigli Live- Vivere i Navigli Club

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here