Accoltellamento kebab via Arena, tunisino aggredisce dipendente perché non gli dà le patatine

E’ successo sabato notte in via Arena, zona Ticinese.

 

Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, l’aggressione si è svolta presso un negozio di kebab.

 

Qui un dipendente di origine turca ha rifiutato di elargire una porzione di patatine fritte ad un giovane tunisino a causa dell’ora tarda.

 

Ne è scaturita l’ira del ragazzo che, improvvisamente, ha sfoderato un coltello.

 

Il giovane si è quindi avventato sul dipendente e lo ha colpito più volte al viso.

 

Sopraggiunto il 118, la vittima è stata portata in ospedale; le sue condizioni sono gravi.

 

Sopraggiunta anche la Polizia chiamata da un passante, l’aggressore, risultato avere precedenti, è stato arrestato per lesioni gravissime e tentata rapina.

 

Leggi anche:

Via Padova, minorenni ecuadoriani aggrediscono con calci, pugni e bottiglie il dipendente e il gestore di un kebab: non gli hanno servito alcolici

Accoltellato il gestore di un bar per il servizio di scarsa qualità

Pizzaiolo licenziato e accoltellato da collega egiziano pizzeria Mister Charlie, via Vittorio Veneto, Novate Milanese

Rissa bar stazione centrale tra dipendenti e una ventina di ragazzi, Domenico Mannone finisce in ospedale per calci e pugni

Accoltellato per una sigaretta via Sauro angolo viale Zara

di Redazione

2 COMMENTI

  1. un applauso ai babbei buonisti ed immigrazionisti che difendono questa feccia criminale e la fanno entrare a carrettate,mettendosi di traverso alle espulsioni. L’immigrazione E’UN CANCRO, tra crimine,costi di accoglienza,malattie,degrado,sporcizia,scrocco di stato sociale,deflusso di ricchezza tramite rimesse,distruzione della nostra identità e cultura E’IL PEGGIORE MALE DEL PAESE.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here