Ragazza molestata metropolitana Duomo Milano, scoppiata la questione sicurezza sui mezzi pubblici

La querelle era scoppiata lo scorso giugno, con l’insediamento della nuova Giunta comunale.

 

Era stato infatti Mirko Mazzali, storico avvocato dei centri sociali, allora neo-consigliere comunale di Sel e ora presidente della Commissione Sicurezza di Milano, a chiedere lo smantellamento del nucleo Tutela trasporto pubblico della Polizia locale.

 

Milano non è Beirut”, aveva dichiarato Mazzali riferendosi anche alla richiesta di disimpiego dei militari nelle vie più a rischio della città (proposta poi accettata e messa in atto alla vigilia dell’agosto).

 

E ora? I dati degli ultimi mesi riferiti alla sicurezza nella città di Milano, sono inquietanti.

 

Complice anche il prezzo dell’oro, in strabiliante salita settimana dopo settimana fino ad aver raggiunto la cifra record di 66 euro al grammo, i fenomeni di microcriminalità nella capitale lombarda sono aumentati del 6%.

 

In più, proprio sui mezzi pubblici si moltiplicano gli episodi di aggressioni e reati predatori, come confermato dalla Questura di Milano.

 

Dopo l’aggressione del dipendente ATM alla stazione di Gessate, il 20enne ecuadoriano colpito con un’accetta ad una fermata del tram in via Torino, nonché una miriade di episodi di scippi e vessazioni messe in atto anche da babygang, alla lista si è tristemente aggiunto un nuovo episodio di molestie, questa volta subite da una ragazza di 28 anni alla stazione metropolitana Duomo.

 

Nel dettaglio, l’episodio è accaduto proprio lo stesso giorno in cui è stato aggredito il 20enne ecuadoriano a colpi di accetta.

 

La giovane, invece, è stata pesantemente palpeggiata da un uomo di origine senegalese, dietro di lei all’uscita della metropolitana.

 

Svoltosi il fatto, la giovane si è messa a gridare terrorizzata, riuscendo in questo modo a far intervenire alcuni agenti della  Polimetro. Le Autorità sono quindi riuscite a bloccare il responsabile, che è stato arrestato.

 

A fronte di ciò, l’emergenza sicurezza sui mezzi pubblici (il cui uso, tra l’altro, è costantemente consigliato dall’Amministrazione comunale, “per diminuire l’inquinamento”, soprattutto dopo l’aumento del biglietto a 1,50 euro), è subito approdata in Commissione Sicurezza.

 

Qui, il Comandante Tullio Mastrangelo, a capo della Polizia locale, ha pesantemente sottolineato l’operato degli agenti della municipale, riportando la questione proprio sul Nucleo di Tutela trasporto pubblico della Polizia locale e stigmatizzando il disimpiego di tale squadra.

 

Secondo quanto sostenuto dall’Assessore alla Sicurezza Marco Granelli, infatti, gli agenti della Polizia locale dovrebbero soltanto prestarsi a controllare i documenti dei passeggeri, senza poter procedere agli arresti.

 

A fronte di ciò, tuttavia, i dati ufficiali registrati nel 2010 sono chiari; in tale anno il Nucleo tutela trasporto pubblico, composto da 27 vigili, ha controllato:

  • 5.609 linee tra metrò e mezzi di superficie,
  • 140 parcheggi di corrispondenza,
  • 14.519 persone,
  • di queste ultime 1.007 sono state denunciate 1.007 e arrestate.

 

E in attesa di un accordo, i cittadini continuano a prendere tram, autobus metropolitane, con biglietti aumentati del 50% e una qualità del servizio decisamente scarsa. E ci si chiede: chi sarà il prossimo?

 

Leggi anche:

Militari a Milano, reintroduzione respinta dalla Maggioranza del Consiglio di Zona 2

Tagli Comune Milano, cancellati finanziamenti a Polizia locale, anziani, case popolari, asili, scuole e altro, elenco e dettagli

Arresto molestatore metropolitana Milano Duomo, si è slacciato i pantaloni e strusciato su una 12enne

Ragazzo aggredito via Torino Milano con accetta, aspettava alla fermata con un amico

Lite metro Gessate Milano tra passeggero nordafricano e addetto Atm, dipendete finito in ospedale

Rapine fermate autobus Milano viale Bezzi, arrestato 22enne pregiudicato

Tentato stupro piazzale Accursio Milano, egiziano avvicina vittima sul filobus 91 per tentare di trascinarla in un parco

 

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. io mi chiedo cosa sia passato per la testa a quei milanesi che hanno votato queste persone. La peggior Moratti era meglio del migliore di questi qua. Gente uscita da centri sociali e scioperi come fa a governare una città, la città che rappresenta l’integrazione dell’italia nel mondo?

    Auspico che il nostro (!?!?) sindaco, i cui elettori magicamente non si palesano più, prenda il coraggio a 4 mani e rimetta il mandato prima che la cittadinanza lo faccia al posto suo. Soldi al leoncavallo e ai rom, e tolti alle forze dell’ordine, aumento dei mezzi e divieti di circolazione. Voi che l’avete votato, nel silenzio dei vostri squallidi salotti, vi rendete conto del disastro che avete combinato?

    Ciliegina cercano di impedire a casapound di manifestare mentre i loro aficionados mettono a ferro e fuoco impunemente le città per ogni sciocchezza.

    Mi fermo qui per non essere censurato perchè tra poco scado in un linguaggio poco consono.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here