150esimo anniversario Unità d’Italia, concerti gratuiti al Museo del Risorgimento, a Palazzo Morando e al Museo di Scienza Naturale

Scorcio_di_MilanoMilano racconta l’Italia prima dell’Italia. Questo l’obiettivo dichiarato de “Il lungo Ottocento milanese”, progetto culturale pensato e voluto dall’Assessorato alla Cultura nell’ambito delle celebrazioni per l’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia. E in attesa degli eventi previsti per il 2011, già da stasera iniziano i concerti

 

“Il lungo Ottocento milanese” introduce e prepara i festeggiamenti per il 150° dall’Unità d’Italia con una serie di iniziative culturali che vogliono contribuire alla valorizzazione del patrimonio culturale milanese tra XVIII e XX secolo.

 

 

CONCERTI GRATUITI –Il programma prevede 3 concerti dei Cameristi della Scala:

  • il primo il 14 luglio al Museo del Risorgimento, il secondo il 21 luglio a Palazzo Morando, il terzo il 28 luglio al Museo di Storia Naturale;
  • Tutti i concerti sono a ingresso libero e inizieranno alle ore 20.30;
  • Per accedere ai concerti è necessario l’invito, da ritirare gratuitamente presso l’Urban Center in Galleria Vittorio Emanuele, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, fino ad esaurimento dei posti disponibili;
  • Per sapere in quali giorni verranno distribuiti gli inviti, ciccare il link a fine articolo.

 

FOTOGRAFIE – “Abbiamo voluto declinare il programma di questa iniziativa ponendo molta attenzione allo sguardo femminile e per questo,” ha detto l’assessore alla cultura Massimiliano Finazzer Flory, “innanzitutto realizzeremo una mostra fotografica dedicata alla centralità della figura femminile e, in particolar modo, all’evoluzione del suo ruolo sociale a Milano dall’Unità d’Italia alla vigilia della prima guerra mondiale.

 

ARCHIVIO DELLE DONNE – “Inoltre,” ha sottolineato l’assessore, “sono lieto di annunciare la nascita di un archivio on line dedicato a tutte le donne  che hanno scritto di Milano e dell’Italia nel periodo che va dal 1814 al 1914.”

 

ESPOSIZINE DEL VASCELLO “LEONE DI CAPRERA” – Un altro momento del programma, importante dal punto di vista storico e, nello stesso tempo, particolarmente suggestivo, sarà l’esposizione al pubblico del famoso “Leone di Caprera”, il vascello, recentemente restaurato, che fu donato a Giuseppe Garibaldi. I marinai che lavorarono alla sua realizzazione attraversarono l’Atlantico per raggiungere Caprera e donare il vascello all’eroe dei due mondi. Il “Leone” raggiungerà Milano nella notte del 17 marzo 2011 e resterà esposto per le successive cinque giornate nell’Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele II.

 

EVENTI DEDICATI A CATTANEO, GARIBALDI, MAZZINI E VERDI – L’approfondimento storico e culturale dell’età del Risorgimento vedrà anche eventi speciali dedicati a figure particolarmente significative del periodo, come Carlo Cattaneo. Protagonista delle Cinque Giornate di Milano, a Cattaneo sarà dedicata, in collaborazione con il Museo Bagatti Valsecchi, una intera giornata di studio. Eventi e iniziative particolari saranno dedicati anche ai tre Giuseppe del nostro Risorgimento: Garibaldi, Mazzini e Verdi.

 

MOSTRA STORICO-ARTISTICA A PALAZZO REALE – Tra aprile e ottobre 2011, sempre nell’ambito delle iniziative previste dal progetto, è attesa anche un’importante mostra storico-artistica che sarà ospitata a Palazzo Reale, nell’ambito della quale saranno esposte le tele che rappresentano le grandi battaglie dell’Italia prima dell’unificazione (momenti salienti dell’epopea risorgimentale come le battaglie di Novara, Custoza, San Martino e Palestro), commissionate da casa Savoia per la Sala delle Battaglie di Palazzo Reale e già esposte al pubblico, sempre da casa Savoia, nel 1863.

 

Per scaricare il programma dei concerti, i giorni e gli orari di distribuzione degli inviti, CLICCA QUI

 

Di Redazione
 
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here