Protesta detenuti durante processo a Milano, in Tribunale si tagliano con una lametta da barba

E’ successo ieri mattina nell’aula della quarta sezione penale del Tribunale di Milano.

 

Secondo quanto ricostruito si trovavano nelle gabbie dell’aula due imputati recentemente condannati dalla Corte d’Appello di Milano a 16 anni e 8 mesi e a 21 anni e 6 mesi di carcere, in un processo contro le cosche della ‘ndrangheta infiltrate nel capoluogo lombardo.

 

I due uomini erano nuovamente in Tribunale per un secondo processo a loro carico, nato da un’indagine per presunta importazione di ingenti quantitativi di cocaina ed eroina.

 

Durante lo svolgimento dell’udienza, improvvisamente uno dei due detenuti ha estratto una lametta da barba, e ha cominciato a colpirsi da solo provocandosi numerosi tagli alle braccia.

 

Prima che qualcuno potesse intervenire, l’uomo ha passato la lametta all’altro condannato, che ha cominciato anch’egli a ferirsi.

 

La protesta, secondo quanto spiegato, è stata messa in atto dai due contro le condanne subite.

 

Il processo, ovviamente, è stato sospeso e rinviato, e sul posto è stato chiamato un medico per soccorrere i detenuti, giudicati comunque non gravemente lesionati.

 

Interrogati su come abbiano fatto a procurarsi una lametta, i due uomini hanno sostenuto di averla “trovata” nel cortile del Tribunale durante il trasferimento dal carcere, trasferimento durante il quale i due hanno sempre avuto i polsi ammanettati.

 

Leggi anche:

Invasione ragni Tribunale Milano, migliaia di ragni rossi hanno paralizzato il quindi piano di Palazzo di Giustizia

Magistrati Milano, carenza di organico e 140mila inchieste nell’ultimo anno

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here