Omicidio vigile Milano, nomade estradato e giunto a San Vittore in attesa di interrogatorio

E’ tornato sul suolo milanese il nomade che lo scorso 12 gennaio 2012 avrebbe travolto e ucciso il vigile Niccolò Savarino, impegnato nello svolgimento del proprio lavoro.

 

Il giovane è stato bloccato in Ungheria durante la sua fuga verso il Sud America; terminata la procedura di estradizione Goico Jovanovic o Nicolic (molte le identità risultate a suo nome) è stato consegnato oggi alle autorità italiane.

 

Il giovane è stato quindi portato nel carcere milanese di San Vittore, con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

 

L’inchiesta è coordinata dal pm di Milano Mauro Clerici; il giovane, che in base agli esami condotti risulterebbe avere almeno 18 anni, rischierebbe  l’ergastolo.

 

Ora Goico verrà sottoposto all’interrogato con gip di Milano Giuseppe Vanore, presumibilmente sabato di questa settimana.

 

Leggi anche:

Omicidio vigile Milano, Goico sarebbe minorenne quindi le accuse potrebbero cambiare

Movente vigile ucciso Milano, forse il tentativo di nascondere una truffa legata al danaro falso

Omicida vigile Milano, chi è Goico Jovanovic e com’è stato preso

Preso omicida vigile Milano, sarebbe uno slavo in fuga verso il Sud America

Rom fermati per omicidio vigile Milano, polemica su politica di apertura con i nomadi tenuta da Pisapia

Anziana picchiata e rapinata da rom Sesto San Giovanni, presa a pugni, calci e sputi senza pietà

Consulta rom a Palazzo Marino Milano, 3 le richieste al sindaco Pisapia, la prima è lo STOP agli sgomberi, chiesto da gruppi nomadi regolari e irregolari

Incidente Milano via Cogne, morto Pietro Mazzara: polemiche e attesa della posizione di Pisapia sugli sgomberi dei nomadi, dettagli

Incidente mortale Milano via Arsia – via Cogne, morto ragazzo di 28 anni travolto da auto in fuga dopo rapina bar tabacchi via Mambretti


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here