Vigile ucciso Milano, interrogato il nomade che avrebbe 17 anni e si chiamerebbe Remi Nicolic

Si è svolto oggi l’interrogato di Goico Jovanovic, vero (presunto) nome Remi Nicolic, eseguito dal gip di Milano Giuseppe Vanore.

 

Rispetto alla terribile uccisione del vigile Niccolò Savarino, il nomade avrebbe detto  “L’ho investito, ma non mi ero accorto che fosse davanti a me”.

 

Durante l’interrogatorio, il ragazzo avrebbe spiegato di chiamarsi Remi Nicolic ed essere nato a Parigi nel maggio del 1994.

 

In base a tale informazione, il nomade sarebbe quindi minorenne, motivo per cui la difesa chiede ora che sia giudicato dal tribunale dei minori, evitando quindi la possibile condanna all’ergastolo.

 

Inoltre, sarebbe legato alla minore età del giovane il movente dell’omicidio del vigile, poiché il ragazzo si trovava senza patente al volante di un suv e, alla vista dei vigili, secondo la sua versione, ha cercato di allontanarsi per evitare di essere controllato, pestando prima un piede a un passante e poi, senza accorgersi, travolgendo Savarino.

 

Il nomade ha inoltre confermato che in macchina con lui c’era un amico, di cui ha fornito a Vanore nome e cognome.

 

Durante l’interrogatorio si sarebbe anche chiarito il motivo per cui Nicolic avrebbe in realtà detto di chiamarsi Goico Jovanovic: tale alias sarebbe in realtà il nome del fratello maggiore, di cui il ragazzo avrebbe utilizzato i dati fornendo generalità false nelle tre occasioni in cui, in passato, è stato fermato per essere stato trovato al volante di una macchina.

 

Leggi anche:

Omicidio vigile Milano, nomade estradato e giunto a San Vittore in attesa di interrogatorio

Omicidio vigile Milano, Goico sarebbe minorenne quindi le accuse potrebbero cambiare

Movente vigile ucciso Milano, forse il tentativo di nascondere una truffa legata al danaro falso

Omicida vigile Milano, chi è Goico Jovanovic e com’è stato preso

Preso omicida vigile Milano, sarebbe uno slavo in fuga verso il Sud America

Rom fermati per omicidio vigile Milano, polemica su politica di apertura con i nomadi tenuta da Pisapia

Anziana picchiata e rapinata da rom Sesto San Giovanni, presa a pugni, calci e sputi senza pietà

Consulta rom a Palazzo Marino Milano, 3 le richieste al sindaco Pisapia, la prima è lo STOP agli sgomberi, chiesto da gruppi nomadi regolari e irregolari

Incidente Milano via Cogne, morto Pietro Mazzara: polemiche e attesa della posizione di Pisapia sugli sgomberi dei nomadi, dettagli

Incidente mortale Milano via Arsia – via Cogne, morto ragazzo di 28 anni travolto da auto in fuga dopo rapina bar tabacchi via Mambretti


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here