Ubriaco investe ciclisti morta ragazza di 17 anni

AmbulanzaE’ accaduto alle 23,44 di eri presso la Strada Provinciale 15 a Casale Cremasco, nel Cremonese.

 

Secondo quanto ricostruito dalla Polizia Stradale di Cremona, un uomo di 35 anni, Cristiano L., imprenditore, residente a Casal Gabbiano, transitava nella notte alla guida di una Mercedes classe A,  quando ha tentato di sorpassare un veicolo che lo precedeva, una Opel Astra, nonostante il divieto imposto dalla linea continua sull’asfalto.

 

E in pochi istante la tragedia, poiché proprio mentre il 35enne effettuava la manovra, sull’altra corsia sopraggiungevano 4 ragazzi in bicicletta.

 

Terrificante la dinamica, emersa anche grazie alla testimonianza dei passeggeri della Opel: i ragazzi procedevano in fila indiana e, sebbene i primi due siano riusciti a schivare più o meno completamente la vettura, terribili le conseguenze che hanno coinvolto invece gli altri amici.

 

Il terzultimo della fila, infatti, di 15 anni, è stato ricoverato in condizioni critiche e si trova in prognosi riservata all’ospedale di Crema.

 

Per la 17enne che chiudeva la fila, invece, l’esito è stato purtroppo letale: pare che per l’impatto la giovane sia atterrata sul parabrezza della Mercedes e che il 35enne non abbia neanche rallentato, trascinandola per vari metri.

 

Sul posto sono sopraggiunti immediatamente la Polizia Stradale i soccorsi medici ma, per lei, non c’è stato nulla da fare: a causa delle gravissime lesioni riportate ha perso la vita sul colpo.

 

Sempre secondo quanto dichiarato dalla Polizia Stradale, il pirata si è fermato a circa 500 metri dal tragico accadimento, poiché l’auto aveva il parabrezza rotto, problemi al radiatore e un pneumatico sgonfio.

 

Sottoposto al test alcolemico, Cristiano L. è risultato avere una quantità di alcool nel sangue 4 volte superiore al limite tollerato dalla Legge. Inoltre, dagli accertamenti effettuati, le Autorità hanno riscontrato anche che l’uomo aveva precedenti per lesioni personali.

 

Per lui sono subito scattate le manette con le gravi accuse di omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza ma, secondo quanto dichiarato, davanti ai poliziotti sembrerebbe aver commentato così l’accaduto: «Può succedere».

Di Redazione
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here