Sospensione blocco Euro 3 Milano e hinterland, la neve ha fatto abbassare il PM10

Come chiaramente dichiarato dall’assessore alla Viabilità di Milano, Pier Francesco Maran, il provvedimento Area C è inutile rispetto allo scopo di abbattere i livelli del famigerato PM10 (mentre non c’è dubbio, invece, sulla sua utilità nelll’aumentare i guadagni delle casse del Comune: 35 milioni di euro l’anno, al posto degli attuali 5,8).

Difatti dopo due settimana nelle quali le polveri sottili, nonostante la diminuzione del 37% dei veicoli all’interno degli 8 km quadrati della Cerchia, sono oltre che triplicate, sono bastati due giorni di neve e le rigide temperature per ricondurre il PM10 sotto i valori di tolleranza.


Pertanto, il Comune ha dato il via da oggi alla possibilità di tenere acceso il riscaldamento in qualsiasi edificio per 14 ore al giorno, riportando anche la temperatura condominiale a 20 gradi (con due gradi di tolleranza).


Inoltre, sono sospese le misure anti-inquinamento disposte dal Protocollo della Provincia, cui anche il Comune di Milano ha aderito con l’ordinanza 6/2012.


Pertanto, da oggi possono tornare a circolare i veicoli diesel Euro 3 senza limitazioni di orario.


Per vedere le foto dei luoghi più incantevoli di Milano avvolti dalla neve, CLICCA QUI


Leggi anche:

Area C Milano, smog sopra i limiti da 7 giorni e allarme dei commercianti, “Toglietela!”

Smog Milano terzo giorno Area C, Pm10 quasi 4 volte superiore ai limiti di Legge

Area C Milano e PM10 oltre al doppio del consentito, dopo 2 giorni di provvedimento torna il blocco

Ecopass Milano non serve, chiaro il parere del Ministro dell’Ambiente al vertice antismog

Risultato blocco traffico Milano 9 e 10 dicembre 2011, smog ancora oltre la soglia

Area C Milano, orario di entrata in ufficio fino alle 11 del mattino per i dipendenti del Comune

Area C Milano, incontro Maran con residenti Zona 1, folla inferocita e poche risposte


Di Redazione

1 COMMENTO

  1. In un paese dove ormai la certezza del diritto e della pena sono un orpello inutile, ma le tasse amm.ve sono sempre più certe ed incombenti, si continua ad essere governati da formule legate alla emergenza lo spread, il PM 10, mentre di riforme vere nada de nada….fino a quando?
    Con l’esenzione dei dipendenti comunali dal ticket Area C si perpetua poi l’ennesima sperequazione tra cittadini; tra quelli ingiustamente protetti dell’area “pubblica” ormai sempre più legata a doppio filo con la politica, rispetto ai privati cittadini che siano lavoratori, pensionati o disoccupati.
    La vergogna e la faccia di bronzo di questa gente non ha limiti altro che “il vento che cambia” ; a tutt’ora a Milano non ho visto uno dicasi uno spalatore di neve e menchè meno spargere il sale sulle trade.
    Aggiungo poi che ieri si è data in pasto ai media la solita operazione di facciata del Comune di Milano che per risparmiare sulla riparazione di un orologio hanno deciso di comprare qualche boiata cinese dai centri commerciali, e strombazzando in giro questa operazione come es. di risparmio virtuoso, quando il ns. Sindaco si appresta a dare bonus di 800 € ai dipendenti comunali (n.d.r 16.000) per che cosa non si capisce visto che gli uffici comunali lavorano meno di uno studente part-time……
    Quand’è che la gente capirà che la “cattiva politica” e la questione etica è il vero male dell’Italia sia a livello locale che nazionale!!???

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here