Condanna ricattatore su Facebook Milano, chiedeva foto hard a minorenni poi le ricattava

E’ successo a Milano.

 

L’inchiesta è nata dalla denuncia di una 14enne e coordinata dal PM Giovanni Polizzi che, per l’indagato, aveva chiesto una pena detentiva di 2 anni e 6 mesi.

Secondo quanto ricostruito, uno studente di 19 anni, C. L. P., contattava via Messenger e via Facebook numerose ragazzine adolescenti.

 

In base alle attività investigative condotte, il 19enne seguiva una dinamica specifica: intratteneva conversazioni fino a convincere le giovani a inviargli fotografie e video a luci rosse; secondo quanto emerso, ben 15 ragazzine gliele avrebbero spedite.

 

Il 19enne avrebbe quindi minacciato una 14enne di divulgare i file se non avesse avuto un rapporto sessuale con lui.

 

Dallo scorso 2 agosto agli arresti domiciliari, ora il ragazzi è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione.

 

Per lui l’accusa è di tentata violenza sessuale e produzione di materiale pedopornografico.

 

La sentenza è stata emessa dal GUP Elisabetta Meyer con rito abbreviato e, pertanto, è stato applicato lo sconto di un terzo della pena previsto dal procedimento.

 

L’entità della pena tiene inoltre conto dell’attenuante del risarcimento: il ragazzo, infatti, dopo aver confessato tutto ha risarcito l’unica delle tre vittime identificate che si è costituita parte civile.

 

Leggi anche:

Stuprata da amici conosciuti in chat, presi uno studente di 23 anni, un 18enne e un 17enne

Stupra tredicenne e la filma, arrestato via Padova parente delle vittima

Stupro Milano ragazzo 13 anni adescato su facebook, pedofilo si era finto ragazza per ottenere foto e poi ricattare il ragazzino

Consigliere Comunale Legnano accusato di adescare ragazze su Facebook spacciandosi per il presidente d Bulgari

Condanna militare che aveva adescato 12enne su Facebook, il Gup gli ha dato 3 anni di carcere

Maresciallo esercito adesca bambina su Facebook, arrestato a Milano


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here