Polizia via Padova dormitorio abusivo, 9 posti letto in 30 metri quadri

Posti_letto_abusivi (archivio)Nove posti letto in 30 metri quadri e pessime condizioni igienico-sanitarie: è questo il quadro davanti al quale si sono imbattuti gli agenti della Polizia Locale che hanno controllato un appartamento di viale Padova 147, a seguito della segnalazione di un amministratore condominiale.

 

Nell’alloggio al momento erano presenti solo 2 egiziani regolari e 1 clandestino iracheno, che hanno dichiarato di pagare 150 euro per l’affitto.

 

I proprietari, due egiziani regolari, sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, e gli agenti della Polizia Locale hanno inoltrato anche richiesta di sequestro dell’appartamento, segnalato all’Asl la situazione per le verifiche di competenza.

 

“L’ennesima scoperta – ha detto il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, – che rafforza l’importanza dell’ordinanza anti-dormitori che proprio ieri la Giunta ha deciso di prorogare fino al 16 ottobre 2010. E i risultati sono confermati dai numeri: 597 persone identificate, 12 arresti, 72 clandestini denunciati, 81 segnalazioni all’autorità giudiziaria per vari reati tra cui occupazioni abusive, favoreggiamento all’immigrazione clandestina, resistenza, sfruttamento di manodopera priva di documenti, impianti a gas non a norma.

 

Controlli agevolati dal deposito di 1.319 schede autocertificative da parte di proprietari e affittuari – prosegue De corato, – che hanno portato alla luce numerose illegalità, affitti in nero, precarie condizioni igienico sanitarie, sovraffollamento, pericolosi fai da te nella manutenzione degli apparecchi del gas e dell’elettricità.

 

“Sono 42 – sottolinea il vicesindaco – i locali affittati a clandestini scoperti dalla Polizia Locale solo nell’area di via Padova. Ma aspettiamo ancora che l’Autorità Giudiziaria disponga il primo sequestro, che finora non ha ancora autorizzato per cavilli sull’interpretazione della normativa del ‘pacchetto’ sicurezza”.

 

Solo mettendo i sigilli, – conclude De Corato – possiamo lanciare un segnale di severità ad abusivi e irregolari ma anche ai proprietari negligenti (nella migliore delle ipotesi) o che lucrano sulla locazione in nero“.

 

Di Redazione
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here