Sesso davanti telecamera Milano zona Chiesa Rossa, donna costretta da cameriere pugliese

L’arresto è avvenuto lo scorso giovedì pomeriggio in zona Chiesa Rossa.

 

La vittima è una ragazza colombiana di 24 anni, dallo scorso ottobre convivente di un uomo pugliese di 30 anni, Massimiliano C., professione cameriere.

 

Secondo quanto ricostruito, la relazione è stata presto segnata dagli atteggiamenti violenti dell’uomo, del quale vittima aveva parlato più volte con la sorella, residente in Spagna.

 

La situazione è precipitata quando la scorsa settimana l’uomo ha contattato telefonicamente un amico della convivente proponendogli un rapporto a tre.

 

A seguito del rifiuto del conoscente e quello della stessa donna, Massimiliano C. ha poi obbligato la giovane a sottomettersi a un rapporto sessuale di fronte a una telecamera.

 

Dopo l’abuso, la 24enne intorno alle 16 si e’ rivestita per andare all’asilo a prendere la figlia, avuta da una precedente relazione, e sfuggire così alle costrizioni del convivente. Pur di non perderla di vista, però, l’uomo ha iniziato a prepararsi per accompagnarla.

 

Approfittando dell’attimo in cui il 30enne era in bagno, la donna ha chiamato la sorella che, subito, ha a sua volta allertato la Polizia.

 

Una Volante è subito sopraggiunta trovando la giovane in strada e soccorrendola immediatamente.

 

Come spiegato dalla vittima, il video avrebbe potuto essere utilizzato dall’uomo come arma di ricatto.

 

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale.

 

Leggi anche:

Sesso con animali, marito vuole obbligare moglie a fare sesso col cane, un grosso pastore maremmano, e viene denunciato


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here