Sparatoria Crescenzago Milano, morto giovane colpito da vigile

E’ stata appena dichiarata la morte cerebrale del 29enne sudamericano rimasto ferito in una sparatoria avvenuta alle 15 di oggi a Crescenzago.

 

Dalle prime comunicazioni, si apprende che il 29enne, di origine cilena, stava fuggendo a piedi dopo essere sceso da un’auto inseguita dalla Polizia Locale.

 

Il veicolo, secondo quanto diffuso dalla Questura, sarebbe stato in corsa contromano senza fermarsi allo stop della Locale, che è quindi sfrecciata al suo inseguimento dopo essere giunta in zona per una chiamata che segnalava una rissa al parco Lambro.

 

Secondo le prime informazioni, i vigili hanno inseguito l’auto, poi abbandonata dai due.

 

Uno dei due avrebbe quindi puntato la pistola in direzione dell’agente che a sua volta avrebbe estratto l’arma e sparato colpendo non il giovane armato ma l’amico, le cui condizioni sono apparse subito gravissime.

 

Intervenuto il 118 il 29enne è stato trasportato al San Raffaele in codice rosso; la sua morte cerebrale è stata accertata pochi minuti fa.

 

AGGIORNAMENTO del 14 febbraio 2012 ore 10,00: Il vigile Alessandro Amigoni è stato indagato per eccesso colposo di legittima difesa. Per i dettagli CLICCA QUI.

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here