Incendio parco Ticino bagnanti salvati da istruttori rafting

RaftingL’episodio, che poteva finire in una vera tragedia, è accaduto alle 11 di ieri mattina.

 

14 persone tra le quali anche 2 bambini sono rimaste intrappolate su un isolotto presso il fiume Ticino, all’altezza di Motta Visconti, a causa di un incendio scoppiato, secondo quanto ricostruito dalle autorità, da un fornelletto lasciato accesso presso la zona boschiva del parco.

 

Proprio mentre si stava consumando il dramma, tuttavia, la scena è stata notata da 2 istruttori di rafting che stavano compiendo un’escursione guidata lungo il fiume; i due uomini, Enzo Fortunato di 53 anni e Fabrizio Giamarola di 54, portati tempestivamente a terra i propri passeggeri  sono quindi intervenuti sia mettendo in salvo i bagnanti, sia lanciando l’allarme che ha permesso l’intervento di  Vigili del Fuoco, Carabinieri, 118 e guardiaparco della Riserva del Ticino.

 

L’incendio è stato quindi domato anche se, Enzo Fortunato, ha giustamente ricordato: «Bisogna ricordare a tutti di essere prudenti: il Ticino non è balneabile e tutta la spiaggia è disseminata di cartelli che vietano di accendere fuochi. La leggerezza di qualcuno poteva avere gravi conseguenze».

 

Leggi anche:

Incidente barbecue Rivolta d’Adda, parco della Bisarca 

 

 Di Redazione

 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here