Soffoca la moglie e tenta di suicidarsi a Legnano, il gesto disperato di un anziano dopo 65 anni di matrimonio

E’ stato un gesto dettato dalla disperazione: non riusciva più a vedere la moglie che soffriva, consumata dal dolore fisico e mentale.

 

Erano sposati da 65 anni Fernando Prendin, 84 anni, originario di Marnate (VA) e Jolanda Ripamonti, 85 anni, originaria di Masate (Mi), entrambi residenti a Legnano (Mi).

 

La signora, purtroppo, soffriva da anni di Alzheimer, e la sua condizione era precipitata dopo la rottura del femore, accaduta 20 giorni fa. A seguito della degenza in ospedale, l’anziana era stata dimessa e ricondotta a casa, ma continuava lo stesso a lamentare forti dolori, straziata dalla malattia mentale e dalla frattura fisica.

 

Il marito, disperato dall’impotenza di salvare la moglie dallo strazio quotidiano, venerdì notte ha ceduto alla smarrimento: dapprima ha scritto un biglietto per il figlio e le nipoti, quindi ha soffocato la moglie con un cuscino.

 

Dopodiché ha tentato di suicidarsi, inizialmente utilizzando alcune lamette, poi con un sacchetto di plastica, ma senza riuscirci. Di qui la telefonata disperata al figlio.

 

Intervenuti gli agenti della Commissariato di Legnano, l’anziano è stato arrestato per omicidio volontario, e per lui sono stati disposti gli arresti domiciliari.

 

Di Redazione
 
 
 

1 COMMENTO

  1. Uno stato che non è capace di assistere le famiglie in difficoltà è una vergogna. I familiari della coppia straziata da questa tragedia lavorano e quasi sicuramente non avevano il tempo da dedicare ai propri cari, non avevano tempo perché il lavoro che li consuma e che gli fa passare 6 masi all’anno a pagare le tasse non gli lasciava tempo.
    Ci dimentichiamo sempre degli anziani, li lasciamo a loro stessi.
    E’ uno schifo pensare che due persone con più di 80 anni siano state abbandonate senza servizi sociali, senza aiuto psicologico, senza un appoggio da parte delle istituzioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here