Evasori fiscali Milano, pescivendolo di Novate evade 700mila euro ma vive in una casa popolare

L’operazione è stata svolta dalla Guardia di Finanza di Rho, nell’hinterland nord di Milano.

 

Secondo quanto spiegato dal Comando Provinciale di Milano delle Fiamme Gialle, un pescivendolo di Novate è stato scoperto essere un evasore totale.

 

In base ai controlli effettuati finora, infatti, l’uomo non ha mai presentato la dichiarazione dei redditi e neppure quella dell’Iva e dell’Irap, anche se si premurava di dare sempre lo scontrino ai clienti, precisando: “casomai dovesse incontrare la Finanza“.

 

E, la Finanza, alla fine è arrivata davvero, portando alla luce ben più di quanto l’uomo potesse mai temere.

 

La verifica fiscale condotta, infatti, ha permesso di scoprire che dal 2007 il commerciante ha omesso di:

– dichiarare al Fisco ricavi per oltre 700mila euro,

– versare all’erario Iva per 80 mila euro.

 

Ma non è finita qui poiché, l’uomo, benché in possesso di un vero tesoro completamente illecito, ha anche richiesto ed ottenuto l’assegnazione di una casa popolare Aler a Milano, a canone agevolato, a discapito di tutti quanti fanno richiesta di tale tipo di abitazione in quanto effettivamente vessati da gravi difficoltà economiche.

 

In questo senso, la Guardia di Finanza sta attualmente procedendo con ulteriori verifiche volte ad appurare se il pescivendolo possieda realmente, o meno, il diritto a mantenere l’alloggio e la congruità del canone di affitto corrisposto fino ad oggi.

 

Le indagini, quindi, continuano.

 

Leggi anche:

Compra un pesce ma è “ripieno” di vetro e di una fototessera

Sequestro pesce Milano, 3 tonnellate di alimenti rietichettati

Via Pollini, ambulante di pesce usava un camion come deposito per le rimanenze, “infestando la zona di un odore nauseabondo”

 

di Redazione