Stupro turista svedese Milano, chiesti 10 anni per l’eritreo che la violentò assieme a 3 connazionali

I fatti risalgono a una notte di due anni fa.

 

Una donna di 32 anni giunta a Milano dalla Svezia è stata stuprata dal gestore di un bar di via Cicero Vsconti (esercizio poi posto sotto sequestro giudiziario) assieme a tre amici dell’uomo, anch’essi originari dell’Eritrea.

 

Un incubo spaventoso per la vittima, lesbica, rimasta chiusa nel bar dopo che i suoi aguzzini ne avevano abbassato la saracinesca per procedere a perpetrarle gli abusi a turno.

 

Aperte le indagini, il gestore del bar, B.Z., 33 anni, era stato facilmente identificato e conseguentemente arrestato; tale risultato, invece, non è stato di altrettanto successo per i suoi 3 complici, tuttora ricercati.

 

Procedendo l’iter giudiziario, il caso è giunto ieri nell’aula della V sezione penale del Tribunale di Milano, dove anche grazie alla testimonianza diretta della vittima, tornata per l’occasione nella nostra città,  il pubblico ministero Giovanni Polizzi ha formulato la richiesta di reato davanti al GIP: 10 anni di reclusione a carico del 33enne.

 

Leggi anche:

Ragazza molestata metropolitana Duomo Milano, scoppiata la questione sicurezza sui mezzi pubblici

Molestie sessuali metropolitana Duomo Milano, egiziano passava da una minorenne all’altra

Molestie su minorenni metropolitana Milano, preso egiziano

Donna stuprata Brugherio Milano, albanese la molestava da mesi, l’ha stuprata in strada in pieno giorno

Tentato stupro Milano parco via Bazzi, la vittima stava facendo jogging

Rapina auto via Bazzini, aggredita donna incinta mentre parcheggia in box

 

di Redazione