Interventi Seveso risolta Emergenza

Fiume_SevesoNella mattinata di giovedì 5 agosto il fiume Seveso ha esodato a causa delle consistenti piogge. Protezione Civile, Polizia Locale, Amsa e MM sono intervenute appena le acque del fiume Seveso sono esondate. Numerosi gli interventi per consentire il deflusso delle acque. Tutte le operazioni sono state coordinate e gestite dalla Sala Operativa del Sistema Integrato di Risposta all’Emergenza del Sistema Milano

 

Lo stato di preallarme era stato comunicato sin dalle prime ore del mattino dalla Sala Operativa del Sistema Integrato di Risposta all’Emergenza del “Sistema Milano”, attraverso la piattaforma comunicativa S.I.R.E.

 

Le aree interessate dall’esondazione, avvenuta intorno alle ore 8.00, sono state quelle nelle adiacenze della zona di Niguarda:

  • piazzale Desio,
  • viale Cà Granda,
  • viale Fulvio Testi,
  • piazzale Desio,
  • piazzale Istria,
  • via Valfurva,
  • via De Gasperi.

 

Secondo le procedure del Piano di Emergenza Comunale per il Rischio Idrogeologico del fiume Seveso, in adozione a tutte le Strutture Operative del “Sistema Milano”, sono state attivate le Centrali Operative della Polizia Locale, del Servizio idrico integrato della MM, Amsa e Volontari del gruppo Comunale della Protezione Civile.

 

Per consentire l’acceso agli automezzi nelle aree allagate sono intervenute 15 pattuglie della Polizia Locale, nel frattempo, le squadre del Servizio Idrico Integrato, composte da 5 automezzi e 13 operatori, secondo la procedura condivisa con la Protezione Civile hanno aperto i tombini in posizioni strategiche per evitare la possibilità di ulteriori danni.

 

L’Amsa, sempre secondo la procedura d’intervento, ha mandato 30 operatori e tre mezzi per liberare caditoie e bocche di lupo da fogliame e ogni genere di impedimento al normale deflusso delle acque che hanno invaso la strada.

 

I volontari del Gruppo Comunale della Protezione Civile si sono recati nei luoghi di maggiore criticità e i loro interventi sono stati coordinati dalla Sala Operativa Integrata del Sistema Milano.

 

I volontari hanno affiancato le attività della Polizia Locale e delle squadre della Metropolitana Milanese, recando aiuto ai cittadini in difficoltà a causa della sede stradale allagata.

 

Hanno soccorso le persone anziane, bloccate in piazzale Istria, secondo le indicazioni pervenute alla Sala Operativa dall’assessore Mascaretti, che ha partecipato al recupero di queste persone in difficoltà.

 

Il fiume Seveso è rientrato nel suo alveo naturale intorno alle ore 11.

 

Il lento deflusso delle acque e gli aggiornamenti metereologici hanno consentito che alle 15.30 circa venisse decretata la fine dell’Emergenza Idrogeologica per l’esondazione.

 

Il Comune ha poi reso noto di aver dato incarico a Metropolitana Milanese Spa di sviluppare uno studio di fattibilità che permetta di risolvere, una volta per tutte, le problematiche relative all eesondazioni del fiume Seveso.

 

MM si è subito attivata per presentare entro fine anno un piano di interventi all’Amministrazione comunale.

 

Il piano terrà conto anche delle problematiche energetiche prevedendo lavori in grado di utilizzare al meglio i flussi delle acque.

 

Leggi anche:

Chiuso viale Fulvio Testi, il Seveso ha esondato. Chiusi anche viale Ca’ Granda e via Orwell

Milano allagata, ecco 2 video che riprendono la situazione del centro storico alle 17.30 di ieri, nel pieno del nubifragio

Nubifragio a Milano: traffico bloccato, tetti divelti, super lavoro per i Vigili del Fuoco e allagamento alla Biblioteca Braidense e sulla Tangenziale

Cronacamilano è stata a Biringhello: ecco il video e la fotogallery del paese dove ha esondato il Bozzente, facendo evacuare 10 famiglie

 

 Di Redazione

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here