Proteste contro Comune Milano, Comitato Abitanti San Siro occupa assessorato alla Casa in via Larga per le promesse non mantenute

La prima rappresaglia risale al 20 giugno 2011. Sotto Palazzo Marino, dove era in corso il primo consiglio comunale dalla giunta arancione fresca di elezioni, si era raccolto un manipolo di persone che, con un megafono, chiedevano al neo sindaco Giuliano Pisapia: “Come mai le case promesse in campagna elettorale non sono state veramente assegnate?”

 

A sedare gli animi ci avevano pensato l’assessore alla Casa, Lucia Castellano, e il consigliere comunale e ora anche presidente della Commissione Sicurezza di Milano, Mirko Mazzali (noto avvocato dei centri sociali milanesi, ndr).

 

Scendendo tra i manifestanti, era stata la Castellano, davanti alle videocamere, a promettere che gli sgomberi sarebbero stati bloccati, suscitando il massimo entusiasmo dei presenti.

 

In realtà, le cose non sono andate così, al punto che a fine settembre i rappresentanti del Comitato Abitanti San Siro sono tornati a chiedere il mantenimento della promessa, spiegando che durante l’estate gli sgomberi non si erano fermati.

 

Di conseguenza nuovi presidi, nuove promesse (per tutti i dettagli CLICCA QUI) fino a giungere a oggi pomeriggio alle 15,00 quando, un gruppo di 30 giovani del Comitato Abitanti San Siro è tornato in via Larga, presso la sede dell’assessorato alla Casa, questa volta non più per parlare ma per occuparne i locali siti al quarto piano del palazzo dell’anagrafe (palazzo tra l’altro sotto inchiesta poiché vi è stata accertata la presenza di amianto ma, per ora, tutto ciò che il Comune ha fatto è stato di fare altre promesse; per tutti i dettagli CLICCA QUI).

 

Insieme ai manifestanti, oggi, c’erano anche le quattro famiglie che questa mattina sono state sgomberate dagli alloggi di via Pastonchi, che occupavano abusivamente.

 

I giovani hanno sistemato alcune tende da campeggio negli uffici, e sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia locale (organo presieduto dal Comune), lo stesso comandante della Polizia Locale, Tullio Mastrangelo, e l’assessore alla Sicurezza di Milano, Marco Granelli.

 

Leggi anche:

Presidio Milano Comitato Abitanti San Siro: il Comune non ha bloccato gli sfratti, il vento non è cambiato

Blocco sfratti Milano case popolari, per il Comune l’occupazione abusiva non è un reato?

Sgombero abusivi Milano case popolari, Pisapia corregge il tiro delle dichiarazioni dell’assessore alla Casa: “Occupare è reato”. Commenti

di Redazione