Uomo milanese morto congestione Levanto, La Spezia, era Giuseppe Festa

SpiaggiaIl tragico accadimento è avvenuto ieri a Levanto intorno alle 16, tra lo stabilimento balneare Pipetta e la spiaggia del Casinò Municipale, presso la quale l’uomo è stato trascinato dalla corrente.

 

Giuseppe Festa, turista 41enne di San Donato Milanese, era in piaggia a Levanto con la compagna, il fratello e la moglie di quest’ultimo.

Subito dopo aver pranzato, l’uomo si è gettato in acqua e il malore è arrivato subito.

 

Da terra, notando le difficoltà manifestate dall’uomo, preda della corrente che lo ha trasportato fino ai bagni del Casinò Municipale, si sono subito gettati in mare due bagnini della spiaggia Pipetta, per soccorrerlo.

 

Una volta trasportato a riva, il milanese, purtroppo, era già in stato di incoscienza. Vani i tentativi di rianimarlo effettuati dagli operatori della Croce Rossa e del medico del 118 giunto da Bugnato: l’uomo è spirato e il medico legale di La Spezia ne ha confermato il decesso per infarto intestinale.

 

Il corpo è stato portato all’obitorio dell’ospedale San Nicolò di Levanto.


Le operazioni di soccorso sono state coordinate dalla Guardia Costiera e, per compiere tutti i rilievi, sul posto sono giunti anche il comandante dell’Ufficio Locale Marittimo, Francesco Rizzo, e i Carabinieri di Levanto.

 

Leggi anche:

Annegato uomo milanese Celle Ligure Savona, video dei soccorsi

Ragazzo annegato cava Vimodrone

Annega nel Ticino giovane di 28 anni

 

Di Redazione
 
 
 

3 COMMENTI

  1. Oggi per me è un giorno triste. Mi sono ritornati alla mente i giorni in cui, da ragazzini, giocavamo nel parchetto di casa tua, li sotto l’albero di albicocche e mia nonna si arrabbiava perchè pensava sempre ai pericoli.
    Ciao Pino, ti ricordero sempre, Paolo (ti faccio contento),barca.

  2. Questa è una notizia bruttissima e lo è ancor di più il motivo della tragica morte… Non posso ancora crederci… Ti vedevo spesso all’ora di pranzo in rosticceria in Piazza XXIV Maggio a Milano a prendere da mangiare! Ciao Pino. Sono stati bellissimi tempi quelli dell’Olivetti…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here