mangiagatti.com smantellato, il sito con le ricette per cucinare i gatti non esiste più

GattinoDopo la denuncia di Aidaa e dopo che gli autori del sito si erano affannati dapprima a togliere le ricette su come cucinare il gatto, dichiarando che il sito era una burla, e successivamente a cancellare le pagine del sito sostituendolo con alcune parole, ora il disdicevole spazio è definitivamente scomparso dal web.

 

Inserendo infatti l’indirizzo www.mangiagatti.com si apre una pagina con la scritta “Suspended FreeBeeHosting Account”.

 

Ma non è tutto e, al posto delle ricette dei gatti, ora capeggia la pubblicità di prodotti per animali.

 

Insomma una vittoria su tutta le linea, soprattutto per gli animalisti di Aidaa che, attraverso i propri segnalatori, in tre giorni hanno individuato e fatto smantellare “un sito internet vergognoso che inneggiava a uccidere i gatti per mangiarli”.

 

“E’ una bella vittoria – dice Lorenzo Croce, presidente di Aidaa e firmatario della denuncia –

è il giusto segnale verso chi da diversi fronti si perde nelle polemiche, anziché guardare alla sostanza dei fatti.

 

“Fosse per noi chiuderemmo tutti i siti che parlano di morte e macellazione di animali, di tutti gli animali senza alcuna distinzione – sottolinea Croce. – Oggi la legge ci permette solo di intervenire in questi casi e in questi casi noi interveniamo.

 

Qualcuno sostiene che si trattava di una burla, – continua Croce, – sicuramente era un sito di cattivo gusto che violava la legge e, coloro i quali lo hanno realizzato, sono passati da sbeffeggiatori a sbeffeggiati, poiché là dove c’erano le ricette su come cucinare i mici oggi queste sono state sostituite da pubblicità di prodotti a favore degli animali.

 

“Comunque la si pensi, – conclude Croce, – questa è stata una vittoria di tutti coloro che amano gli animali, di tutti indistintamente”.

 

Leggi anche:

Sito per cucinare gatti, ricette e consigli. Denunciato

Via Torino: La strage degli Innocenti

Di Redazione
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here