Ragazza stuprata sul treno Milano Modena, è allarme per il quarto caso di violenza in tre giorni

E’ allarme stupri a Milano, dove tra mercoledì 25 aprile 2012 a venerdì 27 aprile 2012 si sono verificate ben 4 aggressioni, tre delle quali in pieno giorno.

 

I PRECENDENTI – Ecco le aggressioni verificatesi tra mercoledì 25 aprile 2012 e venerdì 27 aprile 2012:

Il primo caso alle 9,30 del mattino, quando una 25enne uscita da un convoglio della metropolitana alla stazione Lambrate è stata spinta contro un angolo da uno sconosciuto che si è abbassato i pantaloni.

Il secondo caso alle 8,30 circa del mattino seguente a Villa Litta, dove una signora di 41 anni aveva appena lasciato i figli a scuola.

Il terzo caso in via Bruzzese, ai danni di una 66enne che sorpresa sul pianerottolo di casa è stata trascinata nell’appartamento.

 

IL QUARTO CASO, LO STUPRO SU UN TRENO – Purtroppo, ora la notizia di un quarto caso, verificatosi venerdì sera.

– La vittima è una ragazza di 31 anni a bordo di un treno intercity partito da Milano Rogoredo e diretto a Modena.

– Secondo le prime ricostruzioni, la drammatica aggressione si è svolta mentre la vittima si trovava sola nel proprio scompartimento.

– Lì sono entrati due ragazzi stranieri, un nordafricano di 23 anni e un tedesco di 29, che le avrebbero chiesto una sigaretta.

– Purtroppo, ciò che i due volevano era ben altro, e la 31enne non è riuscita a liberarsi mentre gli aggressori l’anno costretta a subire l’orribile abuso, poi dileguandosi.

 

LA DENUNCIA DELLA VITTIMA – Con grandissimo coraggio e forza d’animo, la ragazza è quindi scesa dal treno alla stazione di Lodi, chiamando i Carabinieri e la Croce Rossa.

– Secondo le prime ricostruzioni, sembrerebbe che lo stupro sia stato consumato soltanto dal marocchino.

– La giovane è stata soccorsa dai volontari del 118; nonostante trovata in stato di shock la ragazza è stata comunque in grado di spiegare l’accaduto ai Carabinieri fornendo la descrizione dei suoi aguzzini.

 

L’INTERVENTO DEI CARABINIERI – Subito iniziate le indagini, i militari hanno rintracciato i due, che sono stati bloccati. Per loro le accuse sono gravissime:

– violenza sessuale di gruppo,

– sequestro di persona,

– ingiuria,

– spaccio di stupefacenti.

 

I DUE AVEVANO ASSUNTO DROGA – Al momento del sopraggiungere dei Carabinieri, i due delinquenti erano in evidente stato di alterazione, presumibilmente per assunzione di droghe, tesi avvalorata anche dal fatto che i malviventi avevano indosso circa 100 grammi di hashish.

– Per tale motivo i militari li hanno portati presso pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Milano, al fine di sottoporli verifiche.

 

LA CONVALIDA DELL’ARRESTO – Per i due si sono poi spalancate le porte del carcere di Lodi, dove stamattina sono stati sottoposti  all’interrogatorio davanti al magistrato di turno, che ne ha convalidato l’arresto.

 

SCRIVETECI– Se vivete situazioni di disagio nel quartiere dove risiedete o a bordo dei mezzi pubblici abitualmente utilizzati, causate ad esempio da spaccio, presenza di bande, accattoni molesti, degrado o mancati interventi, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso al fine di mettere in luce, nel totale riserbo, le problematiche sulla vivibilità milanese, riportandole in base alle reali proteste dei cittadini e senza “filtri politici”.

 

Tra i fatti di criminalità accaduti a Milano negli ultimi 6 giorni:

1) Donna accoltellata via De Pretis Milano, è successo un’ora fa sulle scale di casa

2) Uomo accoltellato Milano piazza Monte Falterona zona piazza Segesta, è il secondo della mattina

3) Rapina in casa via Mac Mahon, in coma per infarto uomo di 81 anni

4) Rapina e tentato stupro Milano via Bruzzesi, è la terza violenza in due giorni, questa volta ai danni di una 66enne

5) Donna stuprata Milano parco Villa Litta dopo aver portato i figli a scuola, è la seconda in due giorni

6) Tentato stupro Milano metropolitana Lambrate, la sbatte a terra e si cala i pantaloni

 

Leggi anche:

Ragazza molestata metropolitana Duomo Milano, scoppiata la questione sicurezza sui mezzi pubblici

Sicurezza Milano, richiesta eliminazione dei pattugliamenti misti, del Nucleo controllo sui mezzi pubblici e risposte ai centri sociali, ecco cosa succederà a Milano e cosa è stato garantito

Ritirati militari Milano, alla vigilia dell’agosto la città perde 350 uomini preordinati alla sua sicurezza

Militari a Milano, Pisapia vuole la riduzione da 653 a 200 uomini, La Russa non ci sta e l’accordo salta

Militari a Milano, reintroduzione respinta dalla Maggioranza del Consiglio di Zona 2

Di Redazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here