Ecopass, bilancio gennaio-giugno 2010 fornito dall’Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio Srl, scaricabile qui

Il monitoraggio Ecopass nel periodo gennaio-giugno 2010, da parte dell’Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio Srl  evidenzia:

 

 

 

 

 

  • l’effetto dissuasivo del provvedimento sulle classi a pagamento;
  • il calo del Pm10 in calo del 14%;
  • l’aumento dell’uso dei mezzi pubblici;
  • la diminuzione degli incidenti stradali all’interno della cerchia dei 43 varchi controllati dalle telecamere.

 

Inoltre, nel corso dei 121 giorni di applicazione del provvedimento nel 2010, sono entrati in area Ecopass:

  • 1.038.851 veicoli diversi;
  • 127.688 veicoli commerciali (12,3%);
  • 911.163 veicoli adibiti al trasporto di persone (87,7%).

LIVELLI DI PM10 IN DIMINUZIONE –

Dai dati emerge che, nel primo semestre 2010, le emissioni medie giornaliere di PM10 in area Ecopass sono diminuite del 14%. L’efficacia del provvedimento è da attribuire anche alla revoca dell’esenzione dal pagamento per l’ingresso in area Ecopass per i veicoli diesel Euro 4 senza sistemi di abbattimento della massa di particolato. La revoca è rimasta provvisoriamente in vigore dall’1 al 19 febbraio 2010, ed è stata adottata in via definitiva a partire dal 1°giugno 2010. Proprio nei mesi di febbraio e giugno 2010 l’efficacia del provvedimento è risultata più alta rispetto agli altri mesi del semestre.

CALO DEL NUMERO DI GIORNI DI SUPERAMENTO DEL VALORE LIMITE –

Dal confronto dei dati si nota che la media del numero massimo di superamenti del Valore Limite giornaliero di 50 mg/m3 registrati nel Comune di Milano tra il 2008 ed il 2010 è risultato inferiore di 22 giorni (-28%) rispetto alla media del numero massimo di superamenti urbani dei sei anni precedenti l’introduzione di Ecopass (2002-2007) rilevati nel periodo analogo.

AUMENTO DELL’UTILIZZO DEL TRASPORTO PUBBLICO –

Dati positivi sono stati riscontrati da ATM; i passeggeri che nei primi sei mesi del 2010 hanno utilizzato la metropolitana per recarsi in area Ecopass sono stati mediamente 281.908 al giorno (+10,1%). Confrontando i dati del primo semestre 2010 con quelli del corrispondente periodo del 2009, si conferma il lieve incremento di passeggeri rilevato nel primo trimestre (+1,3%, corrispondente ad oltre 4.000 passeggeri in più al giorno). Anche i dati inerenti i passeggeri diretti all’esterno dell’area Ecopass mostrano un andamento simile a quello rilevato per l’area Ecopass, ma con un incremento più consistente rispetto al 2009 (+3,9%).

 

TRAFFICO DIMINUITO DEL 12,9% IN TRE ANNI –

Nel corso dei 121 giorni di applicazione del provvedimento nel 2010, sono entrati in area Ecopass 1.038.851 veicoli diversi, di cui 127.688 veicoli commerciali (12,3%) e 911.163 veicoli adibiti al trasporto di persone (87,7%). L’andamento del traffico in area Ecopass nei primi 6 mesi del 2010 mostra un decremento medio del 12,9% rispetto al periodo di riferimento del 2007, con una netta prevalenza di utenti occasionali (83,6% del totale), rispetto a quelli sistematici (3,2%). Il numero medio di giorni di ingresso, rilevato nel primo semestre del 2010, è stato pari a 8,6, valore inferiore rispetto al corrispondente periodo del 2009 (9,2 ingressi). Come già osservato nei primi 3 mesi del 2010, l’analisi della frequenza d’ingresso per classe inquinamento, mostra inoltre (come nel 2009) un calo del numero medio di ingressi per veicolo per le classi 3, 4 e 5 (soggette a pagamento), un calo anche per la classe 2 ed un aumento per la classe 1. Anche nel 2010 si conferma dunque l’effetto dissuasivo del provvedimento sulle classi soggette a pagamento, evidenziato dalla quota sensibilmente superiore di veicoli occasionali e da un numero minore di ingressi effettuati dai veicoli appartenenti alle classi soggette a pagamento, rispetto a quelli di classe 1 e 2 che entrano con frequenza media quasi doppia.

MENO INCIDENTI STRADALI IN AREA ECOPASS

Secondo i dati sull’incidentalità trasmessi dalla Polizia Municipale, nel corso dei primi 6 mesi del 2010 è stata rilevata una riduzione degli incidenti in area Ecopass, durante l’orario di applicazione del provvedimento, pari al 10,1% (15,3% se si considerano solo gli incidenti con feriti).

 

 

Per scaricare l’andamento degli ingressi Ecopass in rapporto al periodo pre-Ecopass, CLICCA QUI

Per scaricare la frequenza di accesso per classe Ecopass, CLICCA QUI

Per scaricare la tabella del fattore di emissione medio di PM10 allo scarico, CLICCA QUI

Per scaricare l’andamento storico delle emissioni atmosferiche di PM10, CLICCA QUI

Per scaricare la tabella della concentrazione media giornaliera di PM 10 CLICCA QUI

Per scaricare il numero di giorni di superamento dei limiti imposti, CLICCA QUI

 

Leggi anche:

Ecopass attivo 23 agosto 2010, da domani si dovrà nuovamente pagare il ticket per entrare nella cerchia dei Bastioni

 

Di Redazione

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here