Atti vandalici Milano, secondo una recente ricerca li compie l’8% dei milanesi, dettagli

Alzi la mano a chi non è mai capitato di trovare sulla propria autovettura un “ricordino” lasciato da qualche vandalo. Questa volta a mettere a nudo le abitudini vendicative degli italiani ci pensa l’ultima indagine realizzata dal Centro Studi e Documentazione Direct Line, compagnia di assicurazioni auto online, secondo la quale il 14% dei conducenti italiani (più di uno su dieci) compie atti vandalici su altre automobili.

 

NON SOLO BULLI – A giudicare dai dati raccolti da Direct Line, il fenomeno è molto più diffuso di quanto si possa immaginare e, contrariamente ad ogni stereotipo, non riguarda solo ragazzini e bulli.

– Per un 86% di automobilisti che assicura di non aver mai causato volontariamente danni ad un’altra auto, infatti, c’è un 14% che molto schiettamente ammette di aver compiuto atti vandalici.

– Di questi, il 7% ha danneggiato la carrozzeria di una vettura, rigandola con l’aiuto di un oggetto appuntito, mentre il 3% ha rotto uno specchietto retrovisore e il 2% i tergicristalli.

– Nell’1% dei casi l’atto vandalico ha, invece, interessato i vetri e le gomme dell’auto.

 

LE DONNE: QUESTO PERICOLO! – Il vandalismo è insospettabilmente più frequente fra le donne (8%), che rispetto agli uomini sarebbero più vendicative e sfogherebbero la loro rabbia soprattutto rigando la carrozzeria delle altre vetture.

– Fra gli uomini è, invece, più “gettonata” la rottura degli specchietti: il 4% ammette di averlo fatto almeno una volta nella vita.

 

L’ETA’, IN POLE POSITION I 25-35ENNI – Se si considera, invece, l’età anagrafica, si scopre che gli atti vandalici sono commessi per lo più dai 25-35enni (10%).

– Contrariamente a ogni previsione, gli under 25 si fermano, invece, al 5%, sfatando così il mito che l’atto vandalico sia compiuto in giovane età o per istinto di ribellione.

 

LA SINDROME DI… PINOCCHIO – Italiani vandali e con il naso lungo.

– Sì, perché, malgrado l’86% dica di non aver mai causato danni ad altri veicoli, i dati Direct Line parlano di un aumento delle denunce per atti vandalici (+22% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).

 

LE SPECIALITA’ “GEOGRAFICHE” – L’analisi della compagnia assicurativa offre anche uno spaccato diversificato in base alla provenienza geografica, dal quale emerge che cagliaritani (8%) e romani (6%) detengono il primato di chi ha rigato almeno una volta la carrozzeria di un veicolo.

– Inoltre, palermitani (10%) e bolognesi (7%) si accaniscono soprattutto con gli specchietti laterali.

– Torinesi (3%) e fiorentini (2%) detengono il triste primato del taglio delle gomme.

– Infine, fra i bresciani (4%) e i veronesi (4%) è più diffusa la rottura di vetri e tergicristalli.

 

E LE MAGAGNE SEGRETE DEL “SCIUR BRAMBILLA”? – E per quanto riguarda il “sciur Brambilla”?

– La ricerca Direct Line svela che ben un milanese su 10 (circa l’8%, contro una media nazionale del 14%), compie atti vandalici su altre vetture, rigando la carrozzeria (4%), colpendo lo specchietto retrovisore (3%) o ancora rompendo i tergicristalli (1%).

 

ATTENZIONE, E’ SEMPRE UN REATO – Indipendentemente dalla ragione per la quale vengono commessi, gli atti vandalici non sono in nessun caso giustificabili e, come ricorda anche Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Line, “vengono considerati reato punito dalla Legge”.

 

SCRIVETECI – Se desiderato venga approfondito qualche tema particolare o se avete qualche curiosità sulla quale volete saperne di più, scrivete a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di prestare la massima attenzione ad ogni richiesta, per soddisfare ogni vostro interesse.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a  info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Perdere il cellulare: chi ne è ossessionato soffre di nomofobia, info e curiosità

Le superstizioni più curiose legate al giorno del “Sì”

Dalla clava a Sex & The City: breve excursus sul matrimonio e sulla vita coniugale

Dallo sposo fuggiasco alla sposa in carriera: le statuine sulla torta nuziale non sono più così ‘dolci’!

 

Francesco Tempesta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here