Scossa terremoto epicentro provincia di Modena presso Novi di Modena, San Possidonio e Concordia, magnitudo 5.1

Due nuove scosse alle 20 e alle 21.20 tra Novi san Posidonio e Concordi, Modena, Reggio Emilia e Mantova; secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, la Terra ha tremato alle 20.00 e alle 21.20,   raggiungendo una magnitudine di grado 5.1 con profondità di 9 km e 200 metri.

 

L’epicentro è spostato rispetto alle precedenti; estremamente forte la scossa delle 21.20avvertita in tutto il Nord Est Itala, in particolare Milano, Brescia e Padova.

 

Nel tardo pomeriggio di oggi erano state rilevate, dalla popolazione in provincia di Modenaaltre due scosse sismiche, a breve distanza una dall’altra. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, tali eventi sismici si sono verificati alle 19.48 con una magnitudo di 3.4,  con epicentro fra le campagne di Mirandola, Medolla e Cavezzo, e alle 19.57 con magnitudo 3.8. 

 

La notizia è stata diffusa dalla Protezione civile, sul posto. Subito intervenuti anche i Vigili del Fuoco. 

 

Seguiranno aggiornamenti anche sullo stato do cose ed eventuali nuove vittime.

 

AGGIORNAMENTO del 3 giugno 2012 ore 22,47: A Novi è crollata la Torre civica dell’Orologio, già danneggiata dalle scosse precedenti; per ora però, fortunatamente, non si rilevano vittime.

 

AGGIORNAMENTO del 3 giugno 2012 ore 23,00: al momento a Novi di Modena, epicentro dell’ultima violentissima scossa, oltre al drammatico dramma della Torre dell’Orologio non si rilevano altri danni a cose o persone. Il centro del paese era già stato chiuso a seguito delle scosse dei precedenti giorni. 

 

AGGIORNAMENTO del 4-6-2012 ore 18,00: La responsabile regionale del Gruppo Clown della Croce Rossa della Lombardia, Giorgia Viganego, ha spiegato:

“Ieri alcuni di noi sono stati a Moglia, piccola frazione nella provincia di Mantova ed abbiamo effettuato la nostra attività: strappare un sorriso a chi soffre.

Moglia si trova ai confini con l’Emilia, a pochi km dai riflettori dei mass media, ma nessuno ne parla. Eppure anche qui ci sono tendopoli, c’è gente spaventata, ci sono case danneggiate o distrutte e capannoni squarciati con forme di formaggio a terra, immagine tristemente nota a tutti oramai.

Tra quella gente, ascoltando i loro racconti e guardando nei loro occhi abbiamo potuto toccare con mano e riscoprire emozioni, tanto nostre quanto loro. Gli sguardi di quelle persone, dei bambini persino, ci hanno fatto riflettere e comprendere come vivere a stretto contatto con la terra che trema faccia vacillare tutto, non solo le case o i capannoni, ma anche le proprie certezze, i punti di riferimento, i ricordi, i progetti per il futuro, insomma, tutto il proprio essere.

Credo che giornate come quella di ieri siano importanti perché costituiscono una preziosa occasione di crescita.

Infatti, ogni volta che si va incontro alla sofferenza dell’altro c’è sempre un occasione di crescita, sia per chi riceve un sollievo (seppur breve), sia per chi questo sollievo lo porta”.

 

SCRIVETECI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

 

C.A.

Fote foto Wikipedia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here