Spaccio droga piazzole autostrada A8, maxi operazione di arresto della Polizia di Stato

L’operazione è stata condotta dalla Polizia di Stato, che da 12 mesi svolgeva indagini sullo spaccio tra le piazzola di sosta della autostrada A8, tra i  comuni di Arese, Rho e Lainate. 4.500 conversazioni intercettate e 3mila le fotografie scattate dagli agenti appostati nelle aree limitrofe.

 

FORNITORE, PUSHER E CLIENTI – Un’associazione per delinquere composta da italiani e marocchini, in grado di raccogliere tra i 10 e i 15mila euro al giorno, si riforniva di sostanza grazie ai legami con la criminalita’ organizzata calabrese.

– Tra gli arrestati, infatti, risulta anche il pregiudicato Carlo Longo, fratello di Mario, con precedenti per associazione di stampo mafioso, ucciso a colpi di pistola qualche settimana fa in un agguato nel Vibonese.

Durante i 12 mesi di indagine, gli agenti appostati nelle aree limitrofe alle piazzole hanno intercettato 4.500 conversazioni e scattato 3mila fotografie

 

LA DINAMICA DELLO SPACCIO – Era il 39enne Marco S. a prelevare i tre spacciatori marocchini, tutti irregolari con precedenti e capeggiati dal 28enne Abdellatiff A., e a trasportarli fino al bordo dell’autostrada, dove rimanevano dalle 15 fino al calare del sole per vendere le dosi a una fitta schiera di automobilisti e camionisti, spesso costretti a fare la fila per ottenere la quantita’ desiderata.

– Il 39enne li riforniva del carico quotidiano, nascosto tra le sterpaglie, delle ricariche telefoniche, il cibo e le bevande per trascorrere l’intera giornata sotto il sole.

– L’incasso veniva poi nascosto sul ciglio dell’autostrada e ritirato da un’altra macchina dopo il rientro degli spacciatori.

 

“CAFFE’ E LATTE” – Questo il linguaggio in codice utilizzato tra spacciatori e clienti per indicare le dosi di eroina e cocaina. Per ottenere lo stupefacente, i clienti prendevano accordi telefonici con gli spacciatori e si fermavano in auto ai bordi dell’autostrada, da una parte all’altra del guardrail, a fianco delle colonnine Sos, simulando guasti, incidenti e creando disagi al traffico.

 

“TAKE AWAY” – Questa l’espressione usata dagli investigatori del Commissariato di Rho per definire la tecnica di spaccio dei malviventi, tanto era la semplicita’ e la rapidita’ con cui la sostanza veniva ceduta a consumatori e spacciatori, che si rifornivano dal gruppo per rivendere la droga al dettaglio.

 

IL TAGLIO DELLA DROGA – La droga veniva spesso tagliata con il bicarbonato, ma anche con il “Karkoubi”, una sostanza psicotropa con effetti simili a massicce dosi di “Rivotril”, molto diffusa in Marocco per il suo prezzo ridotto.

 

MARJUANA PER I 3 SPACCIATORI –  Marco S. consegnava ai tre marocchini anche dosi di marijuana per uso personale, acquistata da Luca M., 42enne di Arese.

– Il 42enne è stato arrestato nel corso delle indagini nel suo appartamento, trasformato in una vera e propria serra per la coltivazione di 5 grosse piante alte 175 centimetri.

– Era presente anche una stanza adibita a laboratorio, con la scritta “Pericolo di intossicazione” sulla porta.

– Dentro, sono stati rinvenuti 5kg di marijuana già essiccata.

 

GLI ARRESTI – Sono 13 le persone arrestate durante le indagini, di cui 5 con ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip, Alessandro Santangelo, su richiesta del pm Nicola Balice.

– Sono stati inoltre arrestati altri pusher italiani dediti allo spaccio tra Rho, Como e Legnano,.

– Denunciate anche 25 persone per lo stesso reato.

 

IL DESTINO DEI CLIENTI – Circa 40 consumatori sono stati segnalati al Prefetto e sono state ritirate 50 patenti.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Droga, degrado e molestie Milano giardini piazza IV Novembre, la segnalazione di un lettore che chiede: Sindaco, dove sei?

Traffico internazionale droga, sequestro Carabinieri di 6 tonnellate di cocaina ed esecuzione di 30 arresti

Spaccio droga Milano via Turati, fermo di fianco alla propria auto vendeva coca

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Sono Marchetti Luca e in riferimento al vs. articolo ‘
    Spaccio droga piazzole autostrada A8, maxi operazione di arresto della Polizia di Stato
    ‘ di giovedì 8/6/2012 volevo sottolineare la mia completa estraneità ai fatti. Grazie dell’attenzione e buona giornata!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here