Truffa internet con false offerte di lavoro, GdF di Rho scopre catena di Sant’Antonio con furti da 180mila euro

L’operazione è stata compiuta dalla Guardia di Finanza di Rho.

 

Secondo quanto spiegato dai finanzieri, l’artefice della truffa era una donna di Cornaredo, tra l’altra già apparsa anche nella nota trasmissione televisiva “Striscia la Notizia”, durante un servizio di Max Laudadio.

 

La  malvivente prometteva lavoro a domicilio via internet, celando in realtà una “catena di Sant’Antonio”. In base alle indagini ultimate dai militari, infatti, è emerso che la donna agiva attraverso alcuni siti web, pubblicizzando un fantomatico lavoro a domicilio consistente nella trascrizione di indirizzi di corrispondenza.

 

“Con questo trucco la donna era riuscita a derubare, ad una moltitudine di persone, piccole somme di danaro, dai 20 ai 39 euro – spiegano i finanzieri.  – Tali micro furti le hanno fruttato, dal 2007 ad oggi, un bottino di circa 180mila euro.

 

La donna si avvaleva anche una rete di “collaboratori”, pubblicizzando la propria attività attraverso la rete e utilizzando siti web con dominio in Italia e all’estero, dove venivano veicolati messaggi ingannevoli idonei ad attirare l’attenzione di gente in cerca di lavoro.

 

Tale modo di operare configura – spiegano ancora i finanzieri – la possibilità di guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone e, il diritto a reclutare, si trasferisce all’infinito previo pagamento di un corrispettivo”.

 

I siti gestiti da provider italiani sono stati sequestrati ed oscurati – sottolineano i militari –  gli altri seguiranno la stessa sorte non appena saranno completate le procedure internazionali”.

 

Le catene di Sant’Antonio sono vietate dall’ordinamento italiano ed i promotori sono soggetti a sanzioni penali. Per questo motivo la donna di Cornaredo è stata deferita all’Autorità Giudiziaria.

 

“La donna – concludono i finanzieri – dovrà inoltre corrispondere all’erario le imposte commisurate al non trascurabile guadagno”.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Droga dello stupro Milano, sequestro 45 litri di sostanza pari a 91mila dosi e arresto 25 persone

Sequestro droga dello stupro Milano, pronte mille dosi: una goccia tramortisce per 2 o 3 ore, è inodore e insapore

Evasione fiscale Como, Guardia di Finanza scopre frode da 57 milioni di euro, dettagli

Evasione dogana Como Chiasso, un toscano aveva 96mila euro nascosti sotto la carrozzeria, un tedesco 100mila in un bracciolo

Evasori fiscali Milano, fatture false per 400mila euro, arrestati 3 imprenditori

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here