Caviale Malpensa spedito dall’Ucraina, sequestrate 18 scatole del pregiato alimento

CavialeIl caviale arriva a Malpensa, ma non è per celebrare qualche ricorrenza né per qualche eccentrico evento dell’imminente Fashion Week.

 

Ben 18 scatolette contenenti all’incirca 2 chili delle pregiate uova di pesce, sono state infatti sequestrate dal servizio antifrode dell’Ufficio dogane di Malpensa, nell’ambito dell’attività di monitoraggio volta ad intercettare l’importazione illegale di prodotti alimentari.


Il caviale, infatti, è dichiarato specie protetta dalla Convenzione di Washington, e come altri prodotti alimentari, animali esotici e simili, è da questa regolamentato sotto la normativa   C.I.T.E.S., acronimo per Convention on International Trade of Endangered Species.

 

Tale normativa contiene le regole alle quale attenersi, all’interno dei 130 Paesi che hanno aderito all’accordo, per  il commercio in termini di esportazione, riesportazione, importazione, transito, trasbordo o detenzione a qualunque scopo, di particolari specie di animali e piante minacciate di estinzione.

 

In violazione della normativa CITES, il caviale era privo di qualsiasi certificazione, e il sequestro della merce, destinata a clienti privati al Nord e Sud Italia, è stato eseguito dai funzionari doganali con la collaborazione del Nucleo Operativo CITES.


Oltre alle piccole uova, salate anche le sanzioni previste per i destinatari della merce:  da 1.032 a 6.197 euro.


Leggi anche:

Cranio scimmia sequestrato Malpensa insieme a cranio pipistrello, erano stati inviati dall’Indonesia a un italiano, ora sanzionato di 2064 euro

Mandibola umana sotto una panchina a Como, un cane la trova e la porta al padrone 

 

Di Redazione

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here