Dormitori clandestini via Padova e via Arici

Dormitorio_abusivoScoperti ad opera della Polizia Locale nuovi dormitori per clandestini della in via Padova.

 

 PRIMO DORMITORIO – In un appartamento di 25 metri quadri, al momento dell’ispezione, sono stati trovati 4 posti letto e due uomini originari del Marocco: uno, di 41 anni, clandestino, è stato arrestato in quanto ottemperante a un ordine di espulsione della Questura di Milano. Ha dichiarato di pagare 750 euro al mese a un italiano.

 

SECONDO DORMITORIO – Anch’esso un monolocale di 25 metri quadri, conteneva 5 posti letto dove sono stati trovati 4 albanesi, 3 dei quali clandestini che hanno dichiarato di pagare 800 euro al mese a un connazionale. Due uomini, di 39 e 34 anni, sono stati indagati a piede libero; un terzo soggetto, di 24 anni, è risultato evaso dagli arresti domiciliari ed è finito in manette. I proprietari sono tutti indagati per favoreggiamento all’immigrazione clandestina e verranno sanzionati in base all’ordinanza vigente per 450 euro. Alla Procura è stato chiesto il sequestro degli alloggi.

 

 TERZO DORMITORIO – Il terzo dormitorio è stato segnalato da un amministratore condominiale e scoperto in via Arici. L’appartamento era occupato da due egiziani regolari che hanno dichiarato di pagare in nero 600 euro al proprietario, connazionale. A causa del forte odore di gas è stato immediatamente chiesto l’ausilio di Asl e A2a, che hanno disposto il sequestro dello scaldabagno (allestito sopra i letti) e l’interruzione dell’erogazione del gas, poiché per le perdite in più punti dell’impianto c’era il rischio di un’esplosione per la saturazione da monossido di carbonio. A causa delle pessime condizioni sanitarie è stata inviata una segnalazione al settore Igiene dell’abitato, nonché all’agenzia delle Entrate per le irregolarità fiscali.

 

Il COMMENTO DI DE CORATO – “Ringrazio gli amministratori condominiali e i cittadini per le fondamentali segnalazioni – ha detto il vicesindaco e Assessore alla sicurezza Riccardo de Corato. – Senza le ordinanze non avremmo potuto conoscere e intervenire in queste situazioni di rischio in tali ‘stabili del degrado’ perennemente sovraffollati da irregolari. Solo i 15 impianti a gas sequestrati danno l’idea del pericolo che l’abusivismo fai-da-te poteva determinare mettendo a rischio la sicurezza di interi stabili e dello stesso quartiere dove, alla forte presenza di stranieri regolari, 26%, si somma una nutrita presenza di clandestini, spesso ospitati da connazionali”. “In via Padova – sottolinea De Corato – i dati della Polizia Locale danno un quadro del lavoro eccezionale che si sta facendo sul piano della sicurezza. Basterebbe dire che sono ben 49 gli stabili di cui ha chiesto il sequestro per affitto a clandestini. Ma i numeri che emergono dai controlli sono impressionanti:  272  appartamenti sottoposti a verifica, 659 persone identificate, 181 denunce e 14 arresti, 58 alloggi segnalati all’Asl, 105 all’Ufficio Igiene, 5 stabili dichiarati inagibili, 15 impianti a gas pericolosi sequestrati. Un’azione che ha beneficiato anche della sicurezza partecipata come attestano le 94 segnalazioni di amministratori condominiali e i 38 esposti/querele dei cittadini”.

 

Leggi anche:

Dormitorio abusivo 25 metri quadri via Arquà zona via Padova, uno degli ospiti, un trans boliviano clandestino, pagava 600 euro mensili

Dormitori abusivi via Padova e sgombero area demaniale, trovati un clandestino albanese con precedenti, 5 bulgari e un trans ecuadoriano irregolari

Clandestini via Padova confische appartamenti a settembre

Polizia via Padova dormitorio abusivo, 9 posti letto in 30 metri quadri

Dormitori clandestini Corvetto, 4 appartamenti di 70 mq con 8 posti letto ognuno

 

 Di Redazione

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here