Chiuso ristorante etnico via Barrili, invito a cena con la blatta

BlattaEnnesimo ristorante dove i clienti non erano al corrente delle condizioni igienico-sanitario nelle quali erano conservati e preparati i piatti proposti nel menu.

 

Il fattaccio è successo questa volta in un ristorante etnico in via Barrili, zona Chiesa Rossa, dove è stata eseguita un’ispezione ad opera degli agenti della Polizia Locale e i tecnici del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione della Asl.

 

Ciò che è stato riscontrato non è certo quel che si dice “in grado di far venire l’acquolina in bocca”, infatti, non solo le pareti erano invase dalla muffa, ma soffitto e pavimento erano poi dominio di scarafaggi e “varie” specie di insetti. Inoltre, dai controlli è emerso che gli alimenti erano conservati senza la pellicola che impedisce la contaminazione degli agenti esterni.

 

“Dulcis” in fundo, questa volta non si parla di dessert a fine pasto ma della vetrina che esponeva piatti pronti e pesce fresco: aveva un vetro rotto ed era anche priva di termometro.

 

Le violazioni riscontrate a norme di legge e regolamenti sono state in tutto 7, e il risultato per tale condotta ha portato a un provvedimento immediato: la chiusura del locale.

 

Leggi anche:

Sequestro 20 chili di alimenti ristorante cinese via Farini: quando un involtino non fa primavera

Sequestrato Roxy bar via Pomposa zona Corvetto, cibo scaduto conservato tra scarafaggi e liquami, e posti letto nello scantinato

Sequestro ristorante egiziano via Cenisio, alimenti conservati tra scarafaggi e liquami vari

sequestro alimenti scaduti Pantigliate, 50 tonnellate in un magazzino con annesso punto vendita

Ristorante cinese sequestrate cozze putrefatte ed altri alimenti

Sequestro cibo avariato ristorante cinese viale Monza

Ristoranti a Milano: menu con vermi, ma i clienti non lo sanno e continuano a mangiare

Compra un pesce ma è “ripieno” di vetro e di una fototessera

 

Di Redazione
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here