Stupro piazzale Accursio, marocchino picchia la sua vittima e la trascina a forza dietro una siepe

PoliziaLa terribile violenza è accaduta intorno alle 7 di ieri mattina; l’arresto è stato effettuato dagli agenti del Commissariato di Quarto Oggiaro.

 

La Polizia di Stato è stata allertata dall’autista di una ditta di trasporto per dipendenti di un’azienda privata, che ha chiamato il 113 segnalando di aver visto, in piazzale Accursio, un uomo che picchiava e trascinava una donna dietro una siepe.

 

Giunti immediatamente sul luogo, gli agenti hanno sorpreso il malvivente in flagranza di reato; subito intervenuti per salvare la vittima è nata una colluttazione con il malvivente, E.H.S., 33 anni, originario del Marocco, senza fissa dimora e con precedenti di polizia.

 

Gli agenti sono comunque riusciti ad immobilizzare lo stupratore, e il malvivente è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale.

 

Secondo la ricostruzione della dinamica, la vittima, una donna italiana di 41 anni, è stata avvicinata dal marocchino che le ha chiesto una sigaretta; subito dopo lui avrebbe iniziato a picchiarla e a trascinarla con forza dietro una siepe, attirando appunto l’attenzione dell’autista che ha allertato immediatamente il 113.

 

La 41enne, in stato confusionale, è stata quindi accompagnata presso la clinica Mangiagalli, dove è stata affidata alle cure dei medici e degli psicologi specializzati per l’assistenza alle donne vittime di aggressioni.


Leggi anche:

Accoltellato per una sigaretta via Sauro angolo viale Zara

Ferito viale Stelvio arma da fuoco tunisino

Prete picchiato e rapinato a Quarto Oggiaro, via Console Marcello

Stupro muratore egiziano di 31 anni contro donna 43enne, la vittima si è trascinata fino a Pregnana Milanese e lì ha chiamato il 112 in stato di shock

Ubriachi tentano di violentare vicine di casa, zona Corvetto, via Fabio Massimo

Stuprata da amici conosciuti in chat, presi uno studente di 23 anni, un 18enne e un 17enne

Stupro via Imbonati arrestato colpevole mentre stava ancora abusando della sua vittima

 

Di Redazione
 
 
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here