Brera e Cenacolo a ingresso libero ogni ultimo martedì del mese fino alle 23

cenacoloExpo vuol dire anche e soprattutto cultura: tre grandi mostre su Leonar­do, Michelangelo e sul cibo nell’arte. Ma anche notti al museo. Una volta al mese, a in­gresso libero: ogni ultimo marte­dì.

 

Ad annunciarlo il diret­tore generale del ministero dei Beni culturali Mario Re­sca, dopo la firma di un proto­collo di collaborazione per l’Expo con il Sindaco e com­missario straordinario Letizia Moratti e l’amministratore de­legato Giuseppe Sala.

 

Porte aperte ai musei statali, dun­que, e a Milano significherà poter visitare gratis Pinacote­ca di Brera e Cenacolo di Leo­nardo.

 

Il progetto, spiega Re­sca, è stato ideato dal Ministe­ro per avvicinare gli italiani al­le arti senza obbligarli a met­ter mano al portafoglio. «Vo­gli­amo aprire fino alle 23 e ren­dere gratuiti tutti i musei stata­li ogni ultimo martedì del me­se – spiega – quando le fami­glie hanno più difficoltà ad an­dare al cinema».

 

Il ministro Sandro Bondi sta lavorando all’accordo con i rappresen­tanti sindacali per l’allunga­mento dell’orario ma, nel frat­tempo, Resca si è augurato che anche le amministrazioni locali si accodino per arricchire l’offerta. «Spero che anche i musei regionali e quelli civici – ha aggiunto- facciano altret­tanto ».

 

Una proposta che Letizia Moratti prenderà in conside­razione, anche se «a Milano ­sottolinea – sono già tante le occasioni per vedere gratis e fuori orario le opere d’arte» e i biglietti dei musei comunali, aggiunge qualcuno, costano davvero un’inezia.

 

Di Redazione

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here