Tentata rapina Milano Porta Venezia, il lettore aggredito: “Ero con mia moglie e avevo mio figlio di 2 anni sulle spalle, Milano è diventato il Bronx”

Di seguito il racconto inviato alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it), da un lettore che ha vissuto una terribile esperienza pochi giorni da, nel centralissimo corso di Porta Venezia. Mentre, difatti, tornava alla propria auto con la moglie e il figlio di 2 anni sulle spalle, sono stati puntati da due rapinatori armati di coltello. Il peggio è stato evitato grazie all’arrivo casuale di un gruppo di persone. Intanto però la paura e la rabbia per la condizione di scarsissima sicurezza in cui è sprofondata Milano, sono giunti a livello massimo. Nel dettaglio:

 

MILANO COME IL BRONX – “Buongiorno, la situazione di degrado è a livello dei vecchi film anni 80 ambientati nel Bronx – scrive il nostro lettore. – La mia è un’esperienza diretta di una situazione andata bene per sola fortuna, ma alquanto preoccupante per la modalità, l’ora ed il luogo.

 

“L’AGGRESSIONE, ALLA FINE DI UN POMERIGGIO TRASCORSOAL PARCO CON MOGLIE  E FIGLIO DI 2 ANNI” – “Erano le 18.30-19 di qualche giorno fa, di ritorno dal parco di Porta Venezia – racconta il cittadino. – Io mia moglie e mio figlio di due anni a cavalluccio sulle mie spalle, stiamo tornando alla macchia parcheggiata in via Panfilo Castaldi.

 

“ABBIAMO SENTITO SOLTANTO LA PAROLA ‘COLTELLO’” – “Ad una trentina di metri dietro noi, sento due uomini che parlottano e si avvicinano rapidamente – spiega ancora il lettore. – L’unica cosa che abbiamo sentito, sia io che mia moglie, è stata ‘coltello’.

 

IL PEGGIO SCONGIURATO PER PURO CASO: “CI SIAMO CHIUSI IN AUTO E SIAMO PARTITI ALL’ISTANTE” – “Per nostra fortuna un gruppetto numeroso di persone, anche loro con bimbi, è apparso da una traversa quasi investendoci, e contemporaneamente è transitata una pattuglia della municipale – aggiunge il cittadino. – Abbiamo immediatamente aperto la macchina, ci siamo chiusi dentro e siamo partiti all’istante.

 

“I MALVIVENTI CI HANNO SEGUITO CON LO SGUARDO. ERAVAMO UN BOCCONE SEMPLICE: UN UOMO E UNA DONNA MINUTI, CON UN BAMBINO PICCOLO” – “I due ci hanno guardato per bene – specifica il nostro lettore, – seguendo con lo sguardo la nostra macchina che si allontanava, visibilmente contrariati. Mi rendo conto che nell’ottica di questi predatori eravamo un boccone semplice: via deserta, un uomo e una donna minuti con in più un bambino piccolo, i negozi tutti chiusi per ferie.

 

“COM’E’ POSSIBILE CHE SUCCEDANO QUESTE COSE A DUE PASSI DAL DUOMO?” – “Io desidererei poter camminare tranquillo con mia moglie e mio figlio – protesta vivamente il cittadino. – Vorrei poter indossare un orologio senza il timore di dover essere depredato. Desidero che una donna possa circolare tranquillamente senza temere, senza dover tenere la borsa stretta a sé, senza dover guardarsi sempre intorno con sospetto ed il timore di essere una delle vittime di stupro o rapina sul giornale del giorno dopo. Mi chiedo: come sia possibile che a due passi dal Duomo possano accadere queste cose?

 

LO SFOGO –  “Se pensassimo di prendere il porto d’armi per difesa personale (ovviamente lo pensa ancor di più  mia moglie) – prosegue nel suo sfogo il lettore, – pur essendo incensurati  dovremmo dare mille spiegazioni (anche se basterebbe leggere i giornali), e magari ci sentiremmo pure negare il diritto a preservare la nostra incolumità, a difenderci. Il governo ha de facto e scientemente messo i ceppi alle caviglie delle forze dell’ordine, quindi via libera alla delinquenza di tutti i tipi ancor più certi di poter “operare” in tranquillità. La delinquenza non ha problemi a reperire armi ed altro, è sicura che una persona onesta difficilmente potrà difendersi dall’assalto di due o più delinquenti. Con lungimiranti leggi hanno ucciso le ronde di cittadini volontari… Hanno messo un bel cartello in tutte le lingue, ‘prego delinquenti Italiani e del resto del mondo, accomodatevi, fate ciò che volete’!

 

GRAZIE POLITICANTI, GRAZIE SINDACO PISAPIA PER AVER ELIMINATO I PATTUGLIAMENTI NELLE STRADE MILANESI! – “Grazie politicanti a Roma, grazie al Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, per aver eliminato i pattugliamenti nelle strade della nostra città, e grazie ai vari prefetti che non difendono ed impediscono ai cittadini di difendersi, etc etc. – conclude il nostro lettore. – Continuate così e ci ritroveremo anche noi con ‘albe dorate’: presto, molto molto presto.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

Leggi anche:

Visita Pisapia Navigli Milano e movida, i politici scendono in strada per vedere con i propri occhi la situazione della città. In tutta la città?

Ritirati militari Milano, alla vigilia dell’agosto la città perde 350 uomini preordinati alla sua sicurezza

Sicurezza Milano, in via Salerno nuova aggressione ad una maestra ma per Pisapia Milano è sicura e vivibile, elenco rapine e stupri ultimi 20 giorni

Droga, degrado e molestie Milano giardini piazza IV Novembre, la segnalazione di un lettore che chiede: Sindaco, dove sei?

Rapina viale Forlanini Milano, esercente aggredito alle 2 del pomeriggio; ecco il vero quadro della sicurezza nella zona

Anziani rapinati Milano, altri 3 casi tra venerdì e sabato: le vittime hanno 80, 81 e 96 anni

Rom Milano su pista ciclabile via Cusago, un residente: “Denuncerò Pisapia per sperpero di soldi pubblici”

Rom via Rubattino, CronacaMilano dà voce ai residenti

Degrado via Padova, continuano le segnalazioni dei residenti: “Via Padova, via dei Transiti, via Arquà, via Crespi; dove sono gli interventi promessi dal Comune?”

Di Redazione

2 COMMENTI

  1. Storia sicuamente deprecabile ma le via adiacenti corso Buenos Aires non sono proprio le più sicure di Milano anche se si trovano in una zona centrale. Provate a camminarci di sera, magari sul tardi… una casbah… soprattutto se andate in direzione porta Venezia per via Tadino, via Lecco, ecc.. Oppure dirigetevi dai bastioni in piazza della Repubblica a piedi e trovere ubriaconi che bivaccano nelle aree verdi di giorno e di notte

  2. anche via claudio monteverdi e piazza argentina e un ritrovo continuo per spacciatori e prostitute sino alle 4 o 5 del mattino non si riesce a dormire un continuo litigare tra di loro tra bottigliate e coltelli c’e’ sempre tutte le notti uno schifo di sangue ambulanze ecc ecc
    anche qui ne polizia ne vigili ne carabinieri nessuno a tutelare
    in che mondo viviamo? altro che Bronx” qui c’e’ il peggio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here