Rissa tra spacciatori Milano viale Molise, in tre cercano di soffocare il coinquilino con birra e cocaina

Chissà cosa avranno pensato gli agenti del 113 quando hanno ricevuto la chiamata di un boliviano che denunciava i suoi tre coinquilini per tentato omicidio. Precipitatisi sul luogo della chiamata, gli uomini della Polizia di Stato non hanno potuto fare altro che arrestare il boliviano e i suoi compari per palese detenzione di sostanze stupefacenti destinate allo spaccio.

 

E’ successo domenica 19 agosto, alle 10,00 circa del mattino.

 

 

Fuori dallo stabile di viale Molise 61 (zona piazzale Cuoco), gli agenti della Volante dei commissariati Monforte-Vittoria e Mecenate hanno soccorso l’autore della chiamata, un boliviano di 30 anni risultato poi essere irregolare e con diversi precedenti penali, in evidente stato di agitazione e con la bocca sporca di polvere bianca.

 

Stando al racconto della “vittima”, i suoi coinquilini (un altro boliviano classe ’58, un paraguaiano di 25 ani e un brasiliano del ’72), avrebbero cercato di soffocarlo con la cocaina, obbligandolo contestualmente a bere birra, col chiaro intento di provocarne la morte.

 

Tuttavia, il boliviano sarebbe riuscito a scappare dalla finestra rifugiandosi in strada, dove ha chiamato la Polizia.

 

Una volta giunti davanti alla porta dell’appartamento dei quattro sudamericani, i poliziotti hanno costretto i tre, nel frattempo barricatisi in casa, ad aprire.

 

Entrati nell’appartamento, davanti agli occhi della Polizia una scena inequivocabile: la tavola ancora “imbandita” con bilancina di precisione e attrezzatura varia per il confezionamento delle dosi destinate allo spaccio.

 

Un’oculata perquisizione del covo degli spacciatori ha portato le Forze dell’Ordine al rinvenimento di:
– 15 ovuli nascosti dietro vari libri;

–  tre sacchetti contenenti cocaina per un peso complessivo di 1,1 kg di coca, occultati da flaconi di detersivi;

– 11.100 euro in contanti

– 5 cellulari.

– Nel water sono stati inoltre ritrovati resti di droga, gettata probabilmente al momento dell’irruzione della polizia.

 

L’appartamento è stato quindi posto sotto sequestro e i quattro sono finiti in manette.

 

Secondo un recente studio dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche ‘Mario Negri’ sui consumi di sostanze stupefacenti, l’assunzione di cocaina a Milano, seppur non ai livelli di Paesi come Olanda, Regno Unito e Spagna, sarebbe comunque nettamente superiore (5-10 volte) a quello misurato in Svezia, Norvegia, Finlandia, Croazia e Repubblica Ceca.

 

Triste primato quello milanese, che non fa che alimentare la bramosia di piccoli e grandi spacciatori nei confronti del nostra città.

 

E’ anche possibile scaricare gratuitamente il libro “Cannabis e danni alla salute” CLICCANDO QUI

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI– Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

Leggi anche:

Giornata internazione contro la droga 26 giugno 2012, Milano non aderisce alle iniziative del dipartimento delle politiche antidroga e lancia la stanza del buco

Droga piscina comunale ‘Giulio Romano’ via Ponzio Milano, il racconto di un lettrice allibita

Contributi Leoncavallo da Comune Milano, l’assessore alla Sicurezza Granelli: “Valorizzare la positività di questo luogo che in futuro potrebbe anche ricevere contributi per determinati progetti”

Effetti cannabis, marijuana e hashish, conosciamo meglio le ‘droghe leggere’ e vediamo se fanno davvero così male oppure no, soprattutto a giovani e adolescenti

Dimostrazione cani antidroga Gdf Milano presso scuola Achille Mauri, fotogallery e video

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here