Uomo con forbici corso Sempione, penetra in un albergo, cerca di rubare un’auto, scatena una rissa con un commissario e tenta di salire su un tram

ForbiciLa vicenda ha avuto inizio alle 8,30 di ieri mattina in corso Sempione 91, presso l’Hotel Enterprise.

 

Qui è entrato come nulla fosse un uomo di 42 anni, residente a Frosinone e impiegato fino a poco tempo fa in una banca di Bruxelles.

 

L’uomo, Giovanni T., rispetto al quale non sono emersi precedenti legati a problematiche mentali oppure assunzione di alcool e droga, aveva a suo carico solo una denuncia, risalente a pochi giorni prima, sporta dal titolare di un ristorante di Milano dove aveva consumato una cena andandosene senza pagare il relativo conto, di 170 euro.

 

Ieri mattina, poi, senza apparenti ragioni il 42enne si è recato all’Hotel Enterprise, dove senza dire nulla è salito fino al terzo piano.

 

Non individuato come cliente dell’hotel, è intervenuta una guardia di sicurezza e, se prima Giovanni T. ha sostenuto di avere un appuntamento con una donna (affermazione poi risultata falsa), quando l’agente lo ha invitato a seguirlo, si è improvvisamente ribellato brandendo una forbice.

 

A quel punto inizia un susseguirsi di eventi “ai confini della realtà”: il 42enne si dà alla fuga travolgendo tutto quello che incontra fino a sfrecciare all’esterno dell’edificio attraverso una porta antipanico, poi cerca di rubare un’auto parcheggiata spaccandone un finestrino ma, non riuscendo nell’intento, adocchia un altro veicolo momentaneamente “disponibile”, poiché fermo davanti un portone e appartenente a una signora che vi stava per risalire a bordo.

 

Senza perdere un istante l’uomo salta nella macchina ma la proprietaria cerca di scacciarlo facendo nascere una colluttazione, a seguito della quale il tentativo di fuga fallisce in ogni caso poiché l’auto è bloccata dal traffico di corso Sempione, e Giovanni T. si rende conto di dover ricorrere ad un altra soluzione.

 

In tutto ciò, ironia della sorte vuole che proprio lì accanto si trovi il Commissariato di via Cenisio e, allertato dall’hotel, è il dirigente dello stesso Commissariato, Angelo Lino Murtas, a prendere in mano le redini della situazione.


Giunto sul posto assieme a un collaboratore, il dirigente si lancia all’inseguimento di Giovanni T., che corre a perdifiato per un chilometro e mezzo fino a intravedere una nuova via di fuga: la fermata di un tram.

 

Proprio per impedire all’uomo, sempre armato di forbici, di salirvi, Angelo Murtas riesce ad acciuffare Giovanni T. e lo affronta in un corpo a corpo serratissimo, durante il quale l’intraprendente aggressore non manca di gridare di essere un cittadino vittima di una rapina, sperando in questo modo che qualcuno lo aiuti a liberarsi. In contropiede, per neutralizzare il trucco, anche il Murtas si mette a gridare, informando i presenti di essere lui il vero poliziotto, e scoraggiando quindi interventi a sproposito.

 

Fortunatamente di lì a poco giungono i rinforzi e Giovanni T. viene arrestato per tentato furto, danneggiamento, rapina, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, e portato a San Vittore.

 

Per adesso, comunque, di lui non si sa ancora nulla di preciso, tranne il fatto che improvvisamente ha lasciato il lavoro a Bruxelles. Mistero!


Leggi anche:

Inseguimento Polizia extracomunitario viale Monza, l’uomo irregolare ha speronato la pattuglia e ha poi reagito a calci e pugni contro un agente

Vigile investito da auto pirata via Coni Zugna, zona Papiniano

Viale Jenner: nomade investe volontariamente un agente della Polizia Locale

Incidente via Cufra, extracomunitario fugge in via Murat e aggredisce poliziotto

Vigile aggredito zona Corvetto via dei Cinquecento, dopo una rissa tra italiani e nordafricani

Rissa a Corsico per un motorino sequestrato a un minorenne. Un agente è stato preso a morsi e una poliziotta è volata a terra per un pugno in faccia

Concerto Ligabue San Siro, venditore abusivo spacca a sassate il finestrino di una volante, gli avevano sequestrato la merce

 Di Redazione
 
 
 
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here