Incidente metropolitana verde Melchiorre Gioia Milano, circolazione interrotta per tamponamento di due treni, info

E’ successo stamattina poco prima della 10,00.

 

Secondo le primissime informazioni, per motivi ancora da acclarare, sembra che un treno si sia schiantato contro un secondo convoglio, fermo, tamponandolo.

 

Già sul posto i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di via Messina e di via Benedetto Marcello, con 6 mezzi, compreso il nucleo SAF (gruppo Speleo Alpino Fluviale).

 

 

I pompieri sono intervenuti con tempestività immediata e hanno già evacuato i passeggeri a bordo dei convogli, permettendo le cure mediche prestate a 4 cittadini (per ora la situazione più grave sarebbe quella di una persona che si sarebbe rotta una gamba), più il macchinista del treno che ha tamponato l’altro.

 

La situazione è sotto controllo“, ci spiegano i Vigili del Fuoco; “abbiamo messo in sicurezza l’area, che ora dovrà venire bonificata. Dopodiché si potranno rimuovere i treni: tale operazione si svolgerà con l’ausilio dei macchiniri specifici di Atm“.

 

La circolazione sulla linea M2 della metropolitana è stata intanto sospesa nel tratto tra Garibaldi e Centrale, in modo da permettere tutte le operazioni di ripristino.

 

Atm ha comunque disposto un servizio sostitutivo nel tratto bloccato.

 

AGGIORNAMENTO del 26 settembre 2012, ore 10,48: LA CAUSA DELL’INCIDENTE – Sul posto sono presenti 15 ambulanze del 118 di Milano e il coordinamento per le maxiemergenze. Tra i feriti ci sarebbe anche una donna incinta, trasportata all’ospedale Buzzi: dalle primissime comunicazioni non sarebbe grave. Ancora dalle primissime ipotesi, forse un malore del macchinista alla base del drammatico incidente.

 

AGGIORNAMENTO 26 settembre 2012 ore 11,21: LA PRIMA CHIAMATA AL 118, EFFETTUATA DA UN PASSEGGERO, E LA SITUAZIONE DEI SOCCORSI – Secondo quanto spiegato dall’Areu, la prima chiamata ricevuta dal 118 è stata effettuata da un passeggero a bordo di uno dei due convogli alle 9,48 ma, a causa del posizionamento in galleria del treno, è stata di difficile localizzazione. Alle 9,53 è comunque stata inviata la prima ambulanza e, nei 5 minuti subito successivi, si sono recate sul posto anche tutte le altre. Alle 10,02 è arrivata poi la prima automedica. A parte il codice giallo per il cittadino con la gamba fratturata, gli altri passeggeri feriti hanno riportato soltanto lesioni leggere, da codice verde.

 

AGGIORNAMENTO del 26 settembre 2012 ore 12,00: LA DINAMICA SPIEGATA DAI VVFF E I CONSIGLI PER I CITTADINI – In base a quanto spiegato dai Vigili del Fuoco a CronacaMilano, “Un convoglio si era fermato alla stazione ‘Gioia’ per ripartire in direzione Caiazzo. Dietro, un secondo convoglio era partito dalla stazione ‘Garibaldi’ e avrebbe dovuto fermarsi a ‘Gioia’ ma, il macchinista, ha accusato un malore (fortunatamente non grave), che lo ha portato a procedere di alcune decine di metri. In questo modo, un convoglio ha tamponato l’altro”. I feriti, complessivamente, sono 10, ma nessuno in gravi condizioni. I VVFF, dopo aver messo la zona in sicurezza, hanno trainato a mano la vettura tamponata fino a farle raggiungere la banchina.

La tempistica delle chiamate: Ancora i VVFF spiegano di essere stati chiamati dal 118 alle 10.02. La prima chiamata in assoluto invece, come già detto, è stata effettuata verso il 118 da un passeggero, alle 9,48. Il primo mezzo di soccorso medico è quindi arrivato sul posto alle 9,53 e, nei 5 minuti successivi, sono sopraggiunte anche le altre 14 ambulanze.

– Il primo mezzo dei Vigili del Fuoco, invece (poiché chiamati solo alle 10,02) è arrivato alle 10,08; un minuti dopo sono arrivati anche gli altri 5, per un totale di 6 mezzi, una squadra SAF e 25 uomini.

– In questi casi i primi da chiamare sono i Vigili del Fuoco, al 115: “In casi come questi – precisano i VVFF – il cittadino dovrebbe chiamare immediatamente il 115, non il 118. Sono soltanto i Vigili del Fuoco, infatti, a poter entrare nella cosiddetta ‘zona rossa’ per portare in sicurezza i cittadini. Sono ancora i Vigili del Fuoco, poi, ad affidare gli eventuali feriti agli operatori sanitari, fermi alla zona di ‘triage’ (cioè l’area dove i soggetti coinvolti nell’infortunio vengono ‘smistati’ secondo le diverse classi di emergenza, in base alla gravità delle lesioni riportate, ndr). Nel caso di stamattina – concludono i VVFF, – fortunatamente non si sono verificati casi di particolare gravità ma, se ad esempio vi fossero stati soggetti incastrati tra le lamiere, ogni minuto sarebbe stato fondamentale per salvare loro la vita, e solo i pompieri avrebbero potuto raggiungere il ferito per estrarlo fisicamente. L’esortazione, quindi, è quella di chiamare subito il 115: poi ci pensiamo noi ad allertare subito il 118. Ma intanto possiamo intervenire immediatamente”.

 

AGGIORNAMENTO del 26 settembre 2012 ore 13,30: RIPRESA DELLA CIRCOLAZIONE – Atm ha comunicato che la circolazione sulla linea è tornata regolare a partire dalle 13,12.

– Atm ha inoltre comunicato: “In relazione all’episodio di questa mattina avvenuto alle 9,47 sulla linea 2 della metropolitana alla stazione di Gioia, ATM – in attesa degli accertamenti della Magistratura – si sente di rassicurare tutti i propri utenti, poiché il sistema di sicurezza ha funzionato ed ha evitato un incidente di proporzioni più rilevanti. Pur in presenza di un sistema di segnalamento non moderno – e che specialmente in linea 2 non ha potuto godere di investimenti da troppi anni – l’anomalia registrata stamattina dalla marcia sulla motrice del treno 455454, che appartiene al lotto entrato in servizio nel 1975, è stata “governata” dal sistema. Infatti, il treno ha superato l’andatura permessa dal sistema in relazione alla vicinanza del treno che precedeva. In tale circostanza, infatti, l’andatura non può in alcun modo superare i 15 km/ora. In attesa di comprendere – e i dati lo dimostreranno – perché il treno ha superato i 15km/ora, se per un errore umano o per un malore del macchinista – il sistema frenante è intervenuto arrestando il treno prima che si potesse determinare un urto più violento. La stazione, in prossimità del contatto, non è mai rimasta senza illuminazione. La circostanza, riferita da un politico locale, per motivi incomprensibili, è totalmente priva di fondamento. Il contatto, come facilmente verificabile, è avvenuto tra due convogli ormai quasi fermi in galleria (le gallerie sono abbastanza buie). Dopo il contatto – che ha determinato ammaccature lievi al frontale senza alcuna deformazione, come viene provato da innumerevole documentazione fotografica e televisiva -, i passeggeri sono stati portati sulla banchina, dallo stesso treno, dopo aver spento per prudenza le luci interne del convoglio. ATM si scusa con tutte le persone coinvolte per il dolore e lo spavento causato”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here