Operazione Sender Box Gdf di Milano, 36 milioni di euro sottratti dal conto di una società, tutti i dettagli

La Guardia di Finanza di Milano ha dato esecuzione, nei giorni scorsi, ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano nei confronti di 2 soggetti, accusati di bancarotta fraudolenta, per aver distratto fondi per oltre 36.000.000 USD dal patrimonio di una società, operante quale intermediario in cambi in mercati esteri non regolamentati, in cui gli stessi ricoprivano rispettivamente la carica di presidente del CdA e consigliere di amministrazione.

 

 

LA TRUFFA – Le indagini hanno permesso di ricostruire un articolato meccanismo fraudolento, finalizzato alla raccolta del risparmio da numerosi clienti, collocati su tutto il territorio nazionale, attraverso la sottoscrizione di contratti di gestione in cambi ed il conseguente conferimento delle somme di denaro da investire nel mercato dello scambio valute.

– I risparmi raccolti dalla clientela venivano fatti successivamente transitare su piattaforme informatiche messe a disposizione da broker esteri, da cui poi il denaro sarebbe stato distratto a favore dei due indagati.

 

L’ORIGINE E LO SVOLGIMENTO DELL’INDAGINE – Il servizio trae origine dall’ispezione antiriciclaggio effettuata, nell’ambito del piano di progetto centralizzato denominato “GERIONE”, nei confronti della G. S.p.a. , intermediario in cambi nei confronti del pubblico operante nel mercato del “Forex” (Foreign Exchange Market) per lo scambio di valute.

– Il target selezionato è stato individuato a seguito dello sviluppo di una mirata ed approfondita analisi di rischio da cui sono emersi possibili profili di problematicità, soprattutto connessi al particolare ruolo rivestito dalla “G. S.p.a.” nel circuito finanziario, tenuto conto della tipologia di intermediazione in cambi, nonché della sua operatività in mercati esteri non regolamentati, cosiddetti over the counter.

– L’attività ispettiva in trattazione ha consentito di rilevare violazioni alla normativa antiriciclaggio sia di natura penale, che di natura amministrativa per svariati milioni di euro.

– Per quanto sopra, è stata inoltrata apposita comunicazione di notizia di reato alla Procura della Repubblica di Milano, delegando a questo Reparto i relativi approfondimenti investigativi.

 

IL DANARO SEQUESTRATO – Le indagini hanno permesso di accertare la distrazione di circa 36.000.000 USD dai conti sociali della “G. spa” mediante un articolato meccanismo fraudolento, finalizzato alla raccolta del risparmio da numerosi clienti, collocati su tutto il territorio nazionale, attraverso la sottoscrizione di contratti di gestione in cambi ed il conseguente conferimento delle somme di denaro da investire nel mercato del “Forex”.

– I risparmi raccolti dalla clientela venivano fatti successivamente transitare su piattaforme informatiche messe a disposizione da broker esteri, da cui il denaro veniva dirottato verso Paesi del Medioriente.

 

I RISULTATI DELL’INDAGINE – Le indagini di p.g. hanno complessivamente condotto:

– alla denuncia di n. 36 soggetti responsabili a vario titolo dell’esercizio abusivo dell’attività finanziaria, omessa identificazione ed adeguata verifica della clientela ed abusiva raccolta del risparmio tra il pubblico;

– la segnalazione di n. 6 dipendenti di n. 2 istituti di credito per omessa identificazione ed adeguata verifica della clientela;

– il sequestro di n. 522 contratti di gestione patrimoniale;

– il sequestro dell’Archivio Unico Informatico;

– il sequestro di n. 35 contratti di segnalazione;

– il sequestro di tutte le fatture erogate da G. S.p.a. ai suoi promotori.

– Nell’ambito di tale attività di indagine è stata altresì richiesta ed ottenuta una rogatoria internazionale per lo Stato delle British Virgin Island, il cui responso ha consentito di confermare le ipotesi accusatorie avanzate dai militari operanti, nonché la destinazione dei proventi illeciti.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Operazione Payback Guardia di Finanza Milano, scoperta associazione a delinquere guidata da noto avvocato milanese, sequestrati beni per 22 milioni di euro

Sequestro sigarette Gdf Sesto San Giovanni, donna ucraina con valigia e box pieni di stecche illegali, hashish e marijuana

di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here