Obbligo catene da neve o pneumatici termici sulle provinciali di Milano dal 15 novembre 2010

Pneumatici_invernaliStamattina è stata presentata un’ordinanza dall’assessore provinciale ai trasporti Giovanni De Nicola, in un incontro nell’ambito di MobilityTech, in corso a Palazzo Giureconsulti. “E’ un provvedimento che nasce per dare sicurezza e liberta’ di movimento nel periodo invernale, evitando il rischio di paralisi a seguito di precipitazioni – ha spiegato De Nicola – siamo la prima amministrazione a dotarcene, ed e’ reso possibile dal nuovo codice della strada”.

 

L’OBBLIGO – L’ordinanza rende obbligatoria l’utilizzo di pneumatici termici o, in alternativa, la presenza di catene a bordo, per viaggiare lungo i 900 km di strade della provincia di Milano.

 

L’ENTRATA IN VIGORE – L’ordinanza prevede l’obbligo tra il 15 novembre 2010 e il 31 marzo 2011.

 

LA SANZIONE – Chi non ripetterà l’obbligo verrà sazionato con pena una multa di 78 euro o con il fermo del veicolo.

 

LE SANZIONI ELEVATE DURANTE GIORNATE DI BEL TEMPO – L’assessore ha rassicurato che “l’ordinanza non e’ un mezzo per far cassa”. E ha aggiunto: “Qualora si verifichi che qualche Polizia Locale sanzioni l’automobilista ‘non in regola’ in una giornata di sole, noi sospenderemo l’ordinanza in quel tratto di territorio ed evidenzieremo il modo scorretto di utilizzare le norme, che sono invece studiate per creare sicurezza”.

 

Leggi anche:

Sospensione ordinanza catene da neve – Podestà dice che il provvedimento è “soltanto” sospeso

Obbligo catene da neve a Milano, Monza, Bergamo, Varese, Como e Lecco, ecco tutte le posizioni

Rinvio obbligo catene a bordo, Podestà rinvia l’attuazione del provvedimento, prevista per il 15 novembre

Annullamento obbligo catene da neve, Podestà potrebbe annullare l’ordinanza, già bocciata da Palazzo Marino

Proteste per obbligo di catene da neve a bordo, una valanga di reclami contro la Provincia di Milano

Da domani si accende il riscaldamento nelle case, ecco in quali città

 

Di Redazione
 
 
 

1 COMMENTO

  1. “Qualora si verifichi che qualche Polizia Locale sanzioni l’automobilista ‘non in regola’ in una giornata di sole, noi sospenderemo l’ordinanza in quel tratto di territorio ed evidenzieremo il modo scorretto di utilizzare le norme, che sono invece studiate per creare sicurezza”.
    Basta questo per far capire quanto sia raffazzonata e approssimativa questa iniziativa. Pongo un quesito: chi e come stabilisce che oggi è “una giornata di sole?”, il vigile o l’automobilista? e se al mattino c’è il sole e il pomeriggio è nuvoloso, vuol dire che il mattino sono sanzionabile e il pomeriggio no ? Nuvoloso? ma “quanto” nuvoloso? coperto ? coperto con pioggia o senza pioggia ? e in caso di nubi a pecorelle ?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here