Borse false e giubbotti contraffatti, sequestro in appartamento via Rembrant

borse_falseIl Nucleo operativo della Polizia Locale, a seguito di perquisizione domiciliare, ha sequestrato in un appartamento di via Rembrandt di proprietà di un trentenne senegalese con regolare contratto di affitto, 38 articoli contraffatti del valore (di vendita abusiva) di circa 6.000 euro.

 

Si tratta, in particolare, di 14 borse Louis Vuitton e 20 giubbotti Moncler tutti con griffe falsa.

 

Insieme all’extracomunitario, indagato per ricettazione e contraffazione, c’erano altri due senegalesi della medesima età, che sono stati a loro volta denunciati.

 

“Questi soggetti – spiega il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato – li troviamo a vendere merce falsa al Castello o a Brera. Ma rappresentano solo il terminale, perché la produzione, immensa, come sospetta la Polizia Locale, avviene nella Chinatown di Prato, dove si smista la merce all’interno di depositi nascosti soprattutto tra Bergamo e Brescia, dove poi si riforniscono i nordafricani“.

 

Uno di questi enormi depositi – precisa De Corato – è stato scovato proprio dalla Polizia Locale di Milano a fine aprile, in via Stephenson. Un capannone abusivo utilizzato come centrale di stoccaggio della merce contraffatta per diversi esercenti del quartiere Sarpi che poi rifornivano i senegalesi. Il capannone, di proprietà di un italiano ed esteso su una superficie di circa 3000 metri quadri, era stato affittato a un cinese, che a sua volta l’aveva subaffitato a connazionali. E la merce stipata, poi sequestrata, era di ben 7 milioni di articoli“.

 

La contraffazione – conclude De Corato – fa danni enormi all’economia nazionale. Basti dire che il mercato dei falsi, secondo il Censis, rappresenta un giro d’affari di oltre 7 miliardi di euro, e genera mancati introiti per lo Stato di almeno 5 miliardi, una perdita di 130 mila posti di lavoro. Ecco perché come assessore alla Sicurezza ho rafforzato il contrasto all’abusivismo, a cominciare dai mercati scoperti. Secondo il nuovo dispositivo, oltre agli agenti dell’Annonaria per i controlli ordinari programmati, una pattuglia monitora ogni singolo mercato. E in caso di necessità è supportata su segnalazione della Centrale operativa, da due pattuglioni di norma di 16 agenti complessivi, che in abiti civili controllano autonomamente le aree mercatali a rotazione, dislocandosi l’uno a nord della città e l’altro a sud”.

 

Leggi anche:

Via Stephenson, sequestrato capannone di 3000 metri contenente 1 milione di articoli contraffatti destinati ai negozianti di via Paolo Sarpi

Apertura mercati scoperti da sabato 11 settembre 2010, potenziata Polizia Locale

Borse false Prada Piazza Castello, abusivo tenta di sfuggire alla Polizia e sferra due pugni a un agente

Sequestro cinture Romeo Gigli, 80 mila modelli requisiti da Gdf

Gucci e Louis Vuitton falsi in corso Buenos Aires, multe e arresti per merce taroccata

Giocattoli contraffatti corso Vittorio Emanuele, l’ira dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori

Arrestati Walter e Giovanni Burani ‘Mariella Burani

Di Redazione
 
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here