Organizzazione recluta clochard per reperire assegni puliti, 8 arresti e 40 indagati

 

 

 

 

 

 

 

IL RECLUTAMENTE TRA CLOCHARD

  • L’organizzazione reclutava per pochi spiccioli vari clochard individuati nei dormitori pubblici, nelle stazioni ferroviarie e negli scali aerei.
  • Resi presentabili, venivano condotti in diversi istituti di credito per aprire conti corrente ed avere quindi attribuiti libretti di assegni, poi rivenduti o utilizzati poi dai truffatori per compiere raggiri

 

 

L’INDAGINE

  • Sotto la direzione dei pubblici ministeri Maurizio Romanelli, Luisa Baima Bollone e Eugenio Fusco, sono state indagate circa 40 persone.
  • Inoltre, il GIP ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di 9 membri dell’associazione.
  • L’indagine, condotta con la collaborazione di Pool Assegni, ha permesso di delineare i connotati dell’associazione: individuare capi, compartecipi e ogni singolo utilizzatore degli assegni.
  • Stamani sono stati eseguiti 8 provvedimenti di cattura e 11 decreti di perquisizione domiciliare nei confronti delle persone coinvolte, sia in Lombardia che nelle altre regioni del Nord Italia.

 

I CONTI CORRENTI INDIVIDUATI – Fino ad oggi individuati circa 300 conti correnti aperti in agenzie bancarie milanesi e dell’hinterland, con un ammontare di protesti intorno ai 7milioni di euro negli ultimi due anni.

 

Leggi anche:

Smantellata organizzazione con oltre 2 milioni di euro di truffe ai privati, 39 milioni di euro di fatture false e 23 milioni di euro di Iva dovuta

Corrieri disabili importavano cocaina per conto di narcotrafficanti. Sgominata la banda e sequestrati 113 chili di cocaina

Arrestatati rapinatori che si travestivano da poliziotti per depredare vittime in tutto il Nord Italia. Tra i “ferri del mestiere” anche 33 parrucche

Anziani truffati da finti idraulici, in un’ora e mezza derubate una 82enne e una 78enne

 

Di Redazione
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here