Rom Triboniano citano in giudizio il Sindaco Moratti, il prefetto Lombardi e il ministro Maroni

Si fa sempre più infuocata la questione dell’assegnazione delle case Aler i nomadi di via Triboniano.

 

Ora, dopo vari “tira e molla”, la palla è passata direttamente nelle mani dei rom, che hanno citato in tribunale il Sindaco Letizia Moratti, il prefetto Gian Valerio Lombardi e il ministero dell’Interno Roberto Maroni.

 

10 rom del campo nomadi di via Triboniano, infatti, che a settembre avevano sottoscritto i “progetti di autonomia abitativa” hanno deciso di adire per vie legali dopo che il Comune, il prefetto e Commissario per l’emergenza rom e il Ministero dell’Interno, si sono tirati indietro rispetto agli accordi firmati per l’assegnazione delle 25 case popolari alle famiglie individuate da Casa della Carità, Ceas e Consorzio Farsi Prossimo.

 

I nomadi hanno chiesto al giudice di:

  • ordinare alle Amministrazioni convenute di dare pieno ed esatto adempimento ai predetti progetti;
  • assumere ogni necessario provvedimento affinché ai ricorrenti sia consentito prendere possesso degli alloggi stessi;
  • sospendere, sino alla materiale assegnazione dei predetti alloggi, i provvedimenti di allontanamento o sgombero dal campo nomadi ove i ricorrenti attualmente risiedono;
  • pagare ai ricorrenti gli importi indicati nei progetti;
  • garantire ai ‘referenti del presidio sociale’ che hanno sottoscritto detti progetti il rimborso delle spese necessarie per la ristrutturazione degli alloggi.

 

Inoltre, i nomadi hanno aggiunto tra le richieste la necessità di “accertare e dichiarare il carattere discriminatorio del comportamento tenuto dalle Amministrazioni convenute e consistente nell’aver ripetutamente dichiarato, in particolare per bocca del ministro Roberto Maroni e del Sindaco Letizia Moratti, che non sarebbe stato consentito ai ricorrenti di prendere possesso degli alloggi individuati nei progetti di autonomia abitativa sottoscritti dai ricorrenti e a essi assegnati in forza di detti progetti”.

 

Leggi anche:

Case Aler ai rom, De Corato conferma la soluzione di trovare strutture alternative rispetto agli alloggi Aler o del Comune

Campo Triboniano chiuso, niente case Aler ai Rom

Sgombero rom via Rubattino, chi è soddisfatto e chi no

 

Di Redazione
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here