Rissa dormitorio via Ortles Milano, agente di Polizia di 28 anni colpito con un coltello da un sudanese clandestino, in Italia come rifugiato politico

E’ successo alle 15,30 di sabato al dormitorio di viale Ortles.

 

Secondo quanto spiegato, è nato un violento litigio per gelosia tra un sudanese di 26 anni, Idor U., e una 37enne romena, entrambi ospiti della struttura.

 

Il personale del dormitorio ha quindi allertato il 113 e, sul luogo, è sopraggiunta una Volante. Trovando, i poliziotti, una situazione di calma ripristinata, l’intervento è stato chiuso.

 

Solo un’ora dopo, tuttavia, il 113 è stato nuovamente contattato per la ripresa della lite, della quale si stava rendendo protagonista il sudanese, fuori di sé.

 

A questo punto è tornata sul luogo una nuova pattuglia, il cui capo-equipaggio era Marco C., 28 anni, originario della provincia di Lecce, con 8 anni di servizio in Polizia, di cui gli ultimi quattro a Milano.

 

Purtroppo la situazione è degenerata velocemente al punto che, i due poliziotti, hanno cercato di bloccare fisicamente il sudanese.

 

Sempre più irato, il malvivente ha estratto un coltello da cucina con una lama di 20 centimetri e, dopo aver sfiorato con l’arma il volto del primo poliziotto, ha colpito l’agente Marco C. all’altezza della sesta costola.

 

Il giubbotto del poliziotto è stato perforato dalla lama, penetrata nel corpo del giovane agente ad una profondità di circa due centimetri.

 

Complice l’adrenalina del momento, il 28enne non si è accorto subito della ferita, ma si è reso conto di essere stato colpito solo successivamente, quando oltre al dolore ha notato gli abiti inzupparsi di sangue.

 

L’agente è stato quindi trasportato all’ospedale Fatebenefratelli, dove la ferita è stata suturata con due punti, ed è stato dimesso con 5 giorni di prognosi.

 

Dall’identificazione dell’aggressore, il sudanese è risultato essere un clandestino in Italia come rifugiato politico e, per lui, sono scattate le manette con l’accusa di:

– lesioni pluriaggravate

– resistenza a pubblico ufficiale.

– Il sudanese è stato inoltre  indagato per la detenzione dell’arma.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Accoltellamento via Sammartini Milano, peruviano colpito 10 volte al petto; i residenti: “Perché, dopo i Navigli, Pisapia non viene a fare una passeggiata anche qui?”

Accoltellamento Rosate Milano, dramma della gelosia con coltelli e feriti

Peruviano accoltellato via Padova, è la terza rissa tra stranieri in due giorni

Rapina e accoltellamento marocchino piazza IV Novembre Milano, gli aggressori sono 2 nordafricani

Anziano accoltellato e rapinato piazza Ovidio Milano, i residenti non ne possono più e si parla dei compi rom vicini

 

 Di Redazione

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here