Architetto evasore Magenta, Gdf smaschera 50enne che ha evaso circa mezzo milione di euro

Non gli mancava davvero nulla per definirsi ben più che benestante: belle ville di proprietà, lussuose automobili, scuole private per i propri figli e vacanze costose. Perfino una cameriera personale secondo il migliore dei cliché. Un’esistenza sopra le righe, senza privazioni e con tutti i confort. Ma che richiedeva altresì risorse economiche ingenti, adeguate alle proprie necessità.

 

Peccato che agli occhi del Fisco, il furbetto in questione, un architetto di Magenta (Mi), risultasse quasi indigente, avendo dichiarato negli ultimi tre anni guadagni medi pari a circa 14mila euro e “dimenticandosi” di annotare ricavi per quasi 300mila euro.

 

Una condotta che lo ha portato ad evadere, nel periodo in questione, quasi mezzo milione di euro.

 

L’architetto è stato smascherato grazie ai periodici controlli effettuati dalle Fiamme Gialle per contrastare la diffusa evasione fiscale nel nostro territorio.

 

Cospicui flussi finanziari in entrata ed in uscita, accertati dai controlli incrociati tra reddito dichiarato e spese realmente sostenute, hanno permesso di ricostruire il reale volume d’affari del professionista e comprovare così l’effettivo tenore di vita da lui condotto negli ultimi anni.

 

In via cautelare, i finanzieri hanno presentato richiesta all’Agenzia delle Entrate di sequestrare il patrimonio dell’architetto a garanzia di quanto dovuto all’Erario.

 

L’Italia detiene il triste primato in Europa per quanto riguarda l’economia sommersa: ben il 21% del Pil, ovvero una cifra pari a 340miliardi di euro l’anno, traducibile in 180,9 i miliardi di euro di imposte non dichiarate annualmente all’Erario.

 

Gli industriali, con il 32,7%, risultano i più refrattari al Fisco; seguono i bancari e gli assicurativi con il 32,2% e a finire i commercianti e gli artigiani.

 

In questa classifica tutta al negativo per aumento percentuale di evasori fiscali (dati indagine “Krls Network of Business Ethics“, commissionata dall’associazione Contribuenti Italiani), la Lombardia precede con il 15,6% il Veneto (+15,1%), la Valle d’Aosta (+14,2%)  e il Lazio (+13,9%).

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e/o foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Operazioni Gdf di Legnano, ecco i risultati dei controlli estivi: settori, numeri, dettagli

Operazione Payback Guardia di Finanza Milano, scoperta associazione a delinquere guidata da noto avvocato milanese, sequestrati beni per 22 milioni di euro

Frode internazionale, Gdf di Milano scopre fatture false per 170 milioni di euro

Pilota evasore Bergamo, pizzicato dalla Guardia di Finanza con Ferrari, un motoscafo e 3milioni di euro non dichiarati

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here