Nuova illuminazione croce Cimitero Maggiore e servizi Atm potenziati per la settimana dei defunti

CimiteroL’illuminazione della croce che sovrasta l’ingresso del Cimitero Maggiore è un’operazione di recupero di una memoria storica che risale alla prima metà del ’900 quando, per l’appunto, la croce ‘brillava’ ed era visibile per tutta la prospettiva di viale Certosa. Ma è anche un messaggio di vita e resurrezione nel giorno in cui si commemorano i defunti.

 

L’accensione, avvenuta nel giorno di Ognissanti, si protrarrà fino al 5 novembre, ed anticipa in via sperimentale l’illuminazione che verrà attivata in via permanente a partire da dicembre, ponendosi nello spirito di recuperare una bella tradizione del passato tuttora sedimentata nella memoria collettiva del quartiere.

 

Ridare luce alla croce posta alla sommità dell’entrata principale del Cimitero Maggiore rientra tra le attività legate al Centenario di AEM (1910-2010).


La tradizione della croce illuminata è antichissima, infatti, un articolo del bollettino della Parrocchia di Santa Maria Assunta in Certosa risalente al giugno 1933 ne descrive, con alcuni passaggi chiave, l’esistenza e il significato che essa esprimeva per i cittadini già da allora:

 

“… fu collocata in antecedenza nel centro una grande croce marmorea… il Prevosto Pietro non si accontentò di farvi fare la Croce ma insistette e ottenne che la croce fosse illuminata durante la notte… A chi viene, infatti notte tempo da Milano verso Musocco nulla vede del frontale, ma scorge solo una croce di luce …che richiama il mistero della Passione di Cristo …”.

 

Oggi, come allora, la croce potrà essere vista lungo tutto viale Certosa. L’illuminazione vuole onorare la tradizione della nostra città e, allo stesso tempo, sottolineare l’importanza del cimitero più grande di Milano, in cui ciascuno ritrova un pezzo della propria storia più cara” Ha detto il Sindaco Letizia Moratti che, insieme con  l’assessore ai Servizi cimiteriali Stefano Pillitteri e il presidente della Fondazione AEM Marcello Di Capua, ha acceso la croce di marmo posta sulla sommità dell’ingresso del Cimitero Maggiore. Presente alla cerimonia anche  Erminio De Scalzi, vescovo ausiliario di Milano, delegato del cardinale Tettamanzi.

 

In questi giorni l’affluenza ai cimiteri è stata particolarmente elevata, e sono state prese misure di potenziamento e di accoglienza speciale per i cittadini che si sono recati in visita ai defunti:

  • Atm per agevolare gli spostamenti dei cittadini ha intensificato le corse di tutti i mezzi in prossimità delle zone limitrofe, in particolare delle linee 14 e 40 e dei mezzi di trasporto interni;
  • il Comune ha offerto 10mila thé e caffè all’ingresso dei cimiteri;
  • sono stati ripristinati 12 totem elettronici e 56 colonnine Sos per permettere di muoversi con più facilità all’interno dei Campi Santi;
  • è stata redatta la guida gratuita “Il Comune ti è vicino”, pensata per offrire ai cittadini informazioni utili sugli adempimenti da affrontare in seguito alla perdita di una persona cara, in un momento di sofferenza e di profondo disorientamento.

 

Leggi anche:

Tram e bus per raggiungere cimiteri Milano, ecco con quali mezzi raggiungere i cimiteri della città

 

di Redazione
 
 
 
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here