Multa Milano Meda, nuovo caso di un lettore: “56 euro per aver sforato di 1 km/h, e se faccio il ricorso lo devo pure pagare 37 euro!”

La lunghissima lista delle segnalazioni inviate alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) da chi è stato multato sulla Milano Meda si allunga di un nuovo caso. Ci ha scritto infatti un nuovo lettore che, come già accaduto, si dice pienamente d’accordo con il controllo della velocità volto ad evitare pericoli per le persone, ma critica la sproporzione tra l’infrazione commessa e l’entità economica della pena comminata. Di seguito la sua segnalazione:

 

E’ GIUSTO CHE ESISTANO DELLE SANZIONI – “Gentili signori, anche io nel mirino dell’autovelox, vi scrivo per raccontarvi il fatto che accomuna anche me con il numeroso gruppo di ‘multati’ – scrive il nostro lettore.

– “Sono d’accordo – aggiunge l’automobilista – per il controllo della velocità e delle sanzioni, trovo che sia necessario per l’incolumità nostra e degli altri. Ho 45 anni e credo di aver viaggiato su quasi tutte le strade italiane ma non ho mai visto nulla di simile e mai, dico mai, fatto un incidente ringraziando……

.

56 EURO PER 1 KM/H E IL RICORSO COSTA PURE 37 EURO – “Ho ricevuto una sanzione di 56 euro per avere superato di 6 km il limite di velocità ridotto di 5km/h – prosegue il cittadino. – Come prevede il Codice della Strada, quindi, resto fuori di 1 km.

– “Ok ci sta, chiedo di fare ricorso e scopro che mi costa 37 euro – prosegue, – e se non lo vinco devo pagare la multa ecc ecc…!

.

SICUREZZA O VOGLIA DI FAR CASSA? MAH.. – “Inoltre nelle due direzioni esistono altri punti dove posizionare lo strumento – sottolinea il lettore. – Ad esempio prima di una curva che, guarda caso, si trova piuttosto distante dal punto, inutile a mio avviso, nel quale è posizionato ora il rilevatore.

– “Evidente quindi – afferma il cittadino, – l’intenzione di incassare, alla faccia della crisi!

.

ALTRO GIRO, ALTRA MULTA – “Un mese dopo ricevo un’altra sanzione – spiega ancora il lettore, –questa volta 177 euro: 10 km/h fuori dal limite. E qui va bene, non mi sono accorto.. visto che ho già pagato 56 euro, farò più attenzione. Comunque – conclude il lettore – ‘VIVA L’ITALIA’! Grazie!”

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Tutor Milano Meda e nuovo limite di 100 km/h da gennaio 2013; novità anche per altre strade provinciali, dettagli

Multe Milano Meda autovelox fantasma, un lettore: “Pagherò questa ridicola multa, ma vorrei sapere se esistono movimenti di cittadini sanzionati da questo autovelox non segnalato”

Multe Milano Meda, 230 euro e 3 punti della patente per aver fatto i 97 km/h: “Spero di incontrare tanta gente incazzata come me, reclamiamo insieme per questa muta assurda!”

Multe Milano – Meda, quasi 1 multa al minuto; un lettore sanzionato: “O su quel tratto ci sono solo piloti di F1 o i limiti sono assurdamente bassi!”

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Beh come dire lo specchio di un paese, le regole a che servono ? Gli autovelox sono pochi e non c’è praticamente nessuno che in città per esempio, va a 50Km/h quindi.. ovviamente se il guidatore.. abituato a non essere mai beccato e a non far caso a quanto viaggia.. ecco che si indigna se gli arrivano multe perchè non rispetta i limiti. Rispettare i limiti non vuol dire andare al massimo del limite e viaggiare sul filo del rasoio…
    Certamente che poi lo stato cerca di fare cassa. E dove sta la novità ? In questo caso se non altro lo fa con chi non rispetta i limiti quantomeno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here