Ritrovamento pc rubato mercatino via Sacile Milano, Polizia sequestra a romeno 18 computer, satellitari, iPad, fotocamere, HD, orologi e molto altro

PC PortatileQuante volte ci è capitato di passeggiare tra le bancarelle di uno tanti mercatini di robivecchi, imbatterci in un oggetto di nostro gradimento e magari domandarci a chi possa essere mai appartenuto prima di finire tra gli altri oggetti usati? In realtà, la domanda diviene paradossale nel caso in cui l’oggetto caduto sotto i nostri occhi sia il frutto di un furto avvenuto niente meno che a noi stessi, all’interno del nostro appartamento.

 

E’ l’incredibile vicenda occorsa ad una donna straniera nel tradizionale mercatino delle pulci allestito tra via Sacile e viale Puglie, in un’area compressa tra l’Ortomercato e un cavalcavia.

 

Qui i banchetti e i gazebo dei venditori si susseguono sulla terra battuta in maniera disordinata, con le merci  caoticamente accatastate l’una sull’altra, in attesa di essere passate al vaglio dell’occhio “scaltro” dei numerosi frequentatori. I venditori, da parte loro, sono persone qualunque che, “nella maggior parte dei casi”, approfittando del giorno libero si dedicano a questa attività per arrotondare lo stipendio.

 

In tale contesto la donna protagonista della vicenda, la scorsa domenica mattina, si è messa a curiosare tra le bancarelle e, all’improvviso, sul banchetto di un venditore di “merce usata” si è imbattuta in quello che ha immediatamente riconosciuto come il proprio personal computer, sottrattole da casa solo pochi giorni prima, durante la sgradevolissima incursione di alcuni topi di appartamento.

 

Subito la donna ha contattato le la Polizia che, giunta sul posto, ha sottoposto a fermo il “proprietario” della “merce usata”: un romeno di 24 anni.

 

Nei guai sono finiti anche altri due ambulanti, M.M.,55enne napoletano, ed M.L., 53enne di Sesto San Giovanni, ritenuti coinvolti insieme al romeno nel giro di merce rubata.

 

All’arrivo dei poliziotti i tre malfattori hanno dapprima provato a nascondere il computer in una borsa, dopodiché, presi dal panico,  hanno tentato la fuga mollando il borsone direttamente sul banchetto di un altro ambulante.

 

La corsa però è durata poco, poiché gli agenti sono riusciti a bloccarli.

 

Tutta la loro merce è stata sequestrata. Il bottino, frutto probabilmente di altri furti, comprende:

– 850 euro in contanti

– 18 computer,

– 5 navigatori satellitari,

– 4 penne,

– 2 orologi,

– 4 iPad,

– macchine fotografiche,

– hard disk esterni,

– alimentatori,

– caricabatterie

– 4 medaglie per onorificenze della Polizia di Stato,

 

Lieto fine, invece, per la donna, alla quale gli agenti hanno restituito il pc.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rom abusivi piazzale Cuoco Milano e parco Alessandrini Zona 4, la protesta di una residente: “Ho scritto a Pisapia, basta parole, vogliamo i fatti!”. Foto

Mercatino abusivo piazzale Cuoco Milano Zona 4, continuano le segnalazioni disperate dei residenti, ma nessuno interviene; iniziata anche una raccolta firme, info

Abusivi mercato via Crema Milano, ancora cittadini esasperati: “I residenti devono tempestare di proteste la Polizia locale di Zona 5 per ottenere un intervento?”

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here