Morto Luca Massari, il tassista aggredito barbaramente per aver involontariamente investito un cane

Ospedale_FatebenefratelliLuca Massari, il tassista barbaramente aggredito lo scorso 10 ottobre in largo Caccia Dominioni dopo aver involontariamente investito un cane, è morto.

 

Solo ieri una luce di speranza aveva accesso i cuori dei suoi cari, poiché l’uomo era riuscito a respirare senza l’ausilio delle macchine per 48 ore, e per tale motivo era stato trasferito dal reparto di rianimazione a quello di neurochirurgia.

 

L’opinione pubblica, scossa dalla terribile violenza subita da Massari, aveva tifato per lui assieme al fratello Marco e alla fidanzata Patrizia, anche se i medici avevano precisato che il quadro cerebrale rimaneva di massima gravità, non riscontrando in questo senso miglioramenti rilevanti.

 

Dopo un mese di coma e agonia, però, Masseri non ce l’ha fatta, ed è spirato tra lo sconfinato dolore dei suoi cari e di tutti quanti hanno seguito la disumana vicenda.

 

Per i responsabili del pestaggio, Morris Ciavarella e Pietro e Stefania Citterio, tuttora in carcere, adesso le accuse si aggravano, e passano da tentato omicidio a omicidio volontario aggravato dalla crudeltà e dai futili motivi

 

AGGIORNAMENTO del 11-11-2010 ore 14,35: Il vicesindaco Riccardo De Corato,si e’ presentato all’ospedale Fatebenefratelli per portare le condoglianze alla famiglia di Luca Massari. All’esterno della stanza del reparto di Neurochirurgia si sono raccolti parenti e amici in lacrime. “Il Comune si costituira’ parte civile – ha ribadito De Corato – faremo tutto quello che deve fare un’amministrazione perche’ non accada più una cosa del genere”. De Corato ha incontrato anche il padre di Luca Massari per portare un messaggio di solidarieta’. Lunedì, ha annunciato il vicesindaco, sara’ probabilmente aperto un tavolo con i tassisti per adottare misure per la loro tutela.

 

AGGIORNAMENTO del 11-11-2010 ore 18,31: fiaccolata per Luca Masseri: “Luca lascia un vuoto incolmabile dentro i cuori di ognuno di noi e soprattutto della sua famiglia. Per questo motivo domani sera a partire dalle 18 abbiamo organizzato un presidio, un momento di raccoglimento per omaggiare una persona squisita come era Luca. Abbiamo invitato anche il parrocco di Santa Maria Assunta, la parrocchia qui vicino, per mostrare come l’iniziativa non abbia nessun valore politico, ma esclusivamente di condoglianza nei confronti della famiglia”. Lo spiega Luigi Donato, portavoce dei condomini del quartiere Antonini, la zona dove il tassista Luca Massari, morto stamani, era stato aggredito un mese fa. Donato si augura che la partecipazione a questa fiaccolata sia massiccia: “vogliamo che sia un bel momento di ritrovo e solidarietà, infatti stiamo sponsorizzando già dal pomeriggio l’evento sia davanti alle scuole che in parrocchia”. Intanto, i colleghi di Massari manifestano la loro solidarietà con un piccolo nastrino nero legato all’antenna dei loro taxi, e il Sindaco Letizia Moratti ha annunciato il lutto cittadino per giovedì 18 novembre, giorno in cui si terranno i funerali di Luca Massari.

          

 Leggi anche:

Funerale tassista Luca Massari giovedì 18 novembre Locate Triulzi ore 15, sospeso servizio taxi ore 15 – 17 e possibili rallentamenti via Ripamonti

Tassista aggredito, Luca Massari respira da solo e ha lasciato il reparto rianimazione

Tassista picchiato entra in coma, aggredito per aver investito e ucciso un cane

Acquisto dispositivi sicurezza per 1000 tassisti, a costo completamente sostenuto dal Comune

 

Di Redazione
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here