Locali e ristoranti corso Como, Arco della Pace, Parco delle Basiliche e Navigli: le nuove norme

La Giunta comunale, in accordo con le associazioni di categoria, ha approvato i criteri “per il rilascio delle nuove autorizzazioni all’apertura e per il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande” in quattro zone della città: corso Como, Arco della Pace, Parco delle Basiliche e Navigli.

 

Le aree, caratterizzate da un’alta concentrazione di locali, sono state individuate da uno studio commissionato dal Comune al Politecnico di Milano. Le zone continueranno ad essere monitorate e ogni due anni si provvederà all’aggiornamento dei loro confini. La proposta della Giunta passa ora all’attenzione del Consiglio comunale.

 

“I criteri – spiega l’assessore alle Attività produttive Giovanni Terzi – hanno un duplice obiettivo: incontrare le richieste dei residenti nelle aree più sotto stress per la concentrazione di locali che chiudono oltre le 24.00 e, al tempo stesso, favorire il commercio nelle zone più periferiche, al fine di vitalizzarle e ricostruire il senso di comunità”.

 

Ai criteri approvati dalla Giunta si affianca un codice di autoregolamentazione promosso dall’EPAM, che richiama esplicitamente il divieto previsto dal codice penale di somministrare alcol a chi è visibilmente in stato di ebbrezza e ai minori di 16 anni.

 

 

I NUOVI CRITERI –

  • Il regolamento assegna punteggi diversi a seconda dei requisiti richiesti, per raggiungere un livello minimo di qualità al fine di “garantire la sostenibilità sociale, ambientale e di viabilità delle attività di somministrazione a forte impatto attrattivo e assicurare l’ordine pubblico, la pubblica sicurezza, la sicurezza stradale, la tutela della salute e della quiete dei residenti”.
  • La somma dei punteggi massimi è pari a 100.
  • Per essere autorizzati all’apertura, trasferimento, modifica di superficie nelle quattro aree ne serviranno almeno 70 (punteggio minimo calcolato sommando gli elementi positivi della tabella A, cui va sottratta la somma degli elementi negativi della tabella B).
  • In particolare, negli esercizi in cui la somministrazione di alimenti e bevande è accompagnata a servizi di intrattenimento, in sale da ballo e locali notturni il punteggio minimo previsto (70 punti) dovrà essere raggiunto comprendendo almeno 5 punti dati dalle misure di mitigazione di cui al punto 8 della tabella.

 

Per scaricare la Tabella A e la Tabella B, CLICCA QUI

 

Leggi anche:

Rho, contro la droga con le nuove attrezzature. Tra queste lo Scanner Documentale 3M e il Rapidscan immediato sull’assunzione di sostanze stupefacenti

Comune di Milano: approvato il progetto per la prevenzione degli incidenti stradali correlati all’uso di sostanze stupefacenti

Ubriachi al volante, la soluzione sono i City Drivers

Ricordate gli “steward anti-rumore” di Corso Como? Sono stati promossi e, da stasera e nei prossimi weekend, arrivano gli “angeli del sonno”

 

Di Redazione
 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here